Routine, mancanza del desiderio, i conflitti, la noia… Ci sono molti segnali quando un rapporto non funziona, ma ci sono anche molti ostacoli che si incontrano, quando ci si rende conto che sarebbe opportuno chiudere la relazione.

Quando uno dei due partner inizia a considerare la cessazione del rapporto, molte paure legate al cambiamento, spesso, paralizzano la decisione e si rimane incagliati in una relazione non soddisfacente.

“Come faccio a vivere da solo? Che cosa farà lui/lei senza di me? E se mi sbaglio? Come faremo a restare amici per il bene dei bambini/cani/genitori? Come gestiremo la casa acquistata in comunione? E se non troverò nessun altro? Posso vivere senza di lui/lei?

Senza dubbio la paura è l’emozione umana più comune! Questo vale anche in amore.

Ecco le 6 paure che ti fanno restare attacato alla tua Relazione:

1. La paura del dolore

Per quanto la società tende a criminalizzare colui che prende la decisione di porre fine alla relazione, quando si finisce una storia d’amore si soffre in ogni caso ed almeno per un periodo di tempo : può essere 1 mese, 3 mesi, un anno, tutto è soggettivo quando si parla di comportamento umano!.

La società ha stereotipato l’idea che chi è abbandonato ha la peggio, ma non si deve trascurare il dolore del partner che lascia, anch egli deve affrontare un grande cambiamento quando tutto è avverso a quella trasformazione.

Il nutrimento e l’attaccamento sviluppato nel tempo, durati per tutta la convivenza o matrimonio, non vengono cancellati in un colpo solo e sbarazzarsi della persona con cui si condivide la vita è doloroso. Chi decide di lasciare, comincia una sofferenza anticipata prima di “lanciare la bomba” e, inizia a pensare al proprio destino e a visualizzare la vita da single. Questo, in qualche modo, è una sorta di “lutto” con l’ulteriore difficoltà che deve nascondere il tutto fino a quando non farà pubblica la decisione.

Il lasciante, anche quando sta pensando di abbandonare il partner, non vuole farlo/farla soffrire, figuriamoci se non ci fossero delle ragioni specifiche (come infedeltà o grave disaccordo). Il senso di colpa e l’onere di responsabilizzarsi della sofferenza degli altri, sono spesso abbastanza forti per scoraggiare molte persone che vogliono prendere la decisione di lasciare il partner.

2. La solitudine, che grande nemico

La paura della solitudine, secondo me, più potente nelle donne che negli uomini, è un altro fattore che tiene assieme tantissime coppie. Anche se uno dei coniugi (o entrambi) è pienamente consapevole che non vuole stare con il partner, l’alternativa di solitudine è così terrificante che essi non osano fare il grande passo. La paura della solitudine è molto comune nella persona insicura e per chi ha mancanza di fiducia in se stessi, teme che non avrà più nessuno con cui essere accompagnato o non riuscirebbe a trovare più nessuno. Di fronte alla prospettiva di continuare la vita da soli, molti preferiscono non rischiare e rimanere accompagnati, anche se “mali accompagnati”.

3. Stabilità e comfort

E’ difficile rinunciare alla sicurezza fornita da un partner. E di più se vi è una casa, un’economia condivisa, un progetto di vita e, dei bambini. Il solo pensiero di lasciare tutto, per spostarsi di abitazione, di spiegare a parenti e amici, di ricominciare a cercare casa, etc., rendono molte persone rinunciatarie e decidono di non agire, continuando la loro vita da “ingabbiati”. Inoltre, quando uno dei partner è economicamente dipendente dall’altro, la propensione al cambiamento diventa veramente sterile.

4. Paura di fallire

Costruire una vita con qualcuno è un grande investimento di tempo, energia, fatica e anche denaro. La coppia è il più importante progetto vitale di una persona, probabilmente la sua scommessa più forte. Perciò è difficile accettare che questo progetto in cui abbiamo investito abbia fallito. Nella paura del fallimento, non accettiamo che tutti i nostri sacrifici siano stati vani per aver gettato tutto all’aria. Questo è ciò che la mente razionale crede, ma chi si allena mentalmente ed emotivamente sa che, in ogni fine è nascosto sempre un inizio!

5. La paura di sbagliare decisione

Alcune persone quando mi parlano mi dicono chiaramente: “Pierluigi, non posso essere sicuro che il mio partner non vada bene per me! Anche se non siamo più innamorati, anche se non c’è più voglia di fare l’amore, anche se le discussioni sono fastidiosamente frequenti, ho paura di rimpiangere la decisione di lasciarlo o lasciarla”.

Spesso la paura di sbagliare decisione ci frena in quanto ci focalizziamo sempre sul risultato e non sul presente che andrebbe vissuto sempre, perché spesso le persone hanno paura di vedersi un giorno dire “era la persona giusta ed io l’ho lasciato/a”. Ma come sappiamo ogni decisione è una scommessa e del futuro non vi è mai vera certezza!

6. La paura di essere sostituiti

Molte persone non vorrebbero stare con i loro partner, ma all’opposto non vorrebbero che il partner si ricostruisse da capo la propria vita. La prospettiva che, dopo l’abbandono, il proprio ex trovasse un nuovo amore è semplicemente insopportabile per molti. Questo è il motivo per cui si decide di continuare a stare con il proprio partner, continuando molto probabilmente a danneggiarlo attraverso un rapporto di amore possessivo e gelosia.

In realtà, in molti casi, alcune persone dopo aver preso la decisione di lasciare il partner, ritornano alla riconquista, in un tira e molla, soltanto perché hanno osservato che qualcun altro potesse essere interessato al loro partner.

Spesso la paura rende il comportamento delle persone apparentemente equilibrato, mantenendo ciò che sino a 30 anni fa consideravamo la naturale relazione tra moglie e marito con alti e bassi.

Ma se parliamo di sentimenti veri, allora dobbiamo ascoltare di più il nostro cuore e non solo la nostra mente razionale, inoltre se questa sensazione di paura viene superata, possiamo veramente avvicinarci a ciò che desideriamo veramente.

Così, invece di scappare da questo tipo di timori, sarebbe auspicabile iniziare a riconoscerli e ad afforntarli. Spesso parlo di un cambiamento anche nel linguaggio, perciò inizia a sostituire il termine coraggio alla paura!

E tu, vuoi ggiungere un commento all’articolo? Ti aspetto nella sezione in basso!

6 Paure che ti fanno restare attaccato alla tua Relazione
4.9 (98.18%) 11 votes
Share This