bullismoPurtroppo, per molti giovani vittime di bullismo, la scuola può rapidamente diventare un inferno quotidiano.
Cosa può fare un genitore per aiutare il figlio a superare il problema del bullismo?

Ecco 6 passi da fare subito per affrontare il bullismo:

1. Entrare in contatto con il figlio

I bambini che sono vittime di minacce o intimidazioni spesso hanno paura di confidarsi con un genitore o ancora meno con un insegnante. Incoraggiarli a parlare delle loro preoccupazioni e ricordare loro che gli adulti hanno la responsabilità nel proteggere i propri figli.

2. Rispettare la propria dignità e gli altri

Il rispetto per se stessi e per gli altri è una delle lezioni più importanti da trasmettere ai figli. Imparare il rispetto è essenziale nella lotta contro il bullismo nelle nostre scuole. Essere da esempio per far comprendere con i propri comportamenti che vogliamo essere genitori esemplari. Ricordiamoci sempre che non è tanto importante ciò che dici ma soprattutto ciò che fai! Coerenza!

3. Non fare lo spettatore!

Lo sapevi che i fenomeni di bullismo ed intimidazioni sono condotti davanti ad un pubblico? Anche quando un ragazzo non è direttamente coinvolto, assistere a questi comportamenti è dannoso. In queste situazioni, comunicare al proprio figlio di separarsi dal gruppo e cercare un adulto a cui chiedere aiuto. È sempre meglio essere parte della soluzione che del problema.

4. Ribellarsi al bullismo

Se il ragazzo è vittima di bullismo, dovrebbe evitare di partecipare e trovare un modo per difendere la vittima. Nessuno merita di soffrire di questo tipo di aggressione. Quando abbiamo il coraggio di intervenire, c’è una buona probabilità che il bullismo muoia.

5. Intervenire con la Scuola

Non puoi e non devi essere solo con tuo figlio davanti al problema ma hai il dovere di coinvolgere la Scuola dove vengono svolti gli atti di bullismo. Coinvolgi gli altri genitori, il Preside, i Professori.

6. Le parole fanno male anche su Internet

Il Cyberbullismo è un problema serio ed ultimamente colpisce anche più della violenza fisica. Se il ragazzo è vittima di bullismo sui social media o e-mail, si dovrebbe avvisare sempre un adulto di fiducia e il genitore sempre dovrebbe chiedere al proprio figlio se ci sono episodi di questo tipo. Provare a monitorare la loro attività on-line e ricordare loro che i social media dovrebbero essere utilizzati per la comunicazione positiva e non per degrinare gli altri!
Se il bambino è su Facebook, è possibile controllare le pubblicazioni che appaiono sulle sue impostazioni di giornali e privacy pubblici per evitare tale che riceve i messaggi di persone che non sono in amici di Facebook . Basta andare alla voce “Account” e selezionare “Privacy” per impostare le autorizzazioni.

Se anche tu sei un genitore non dimentichiamoci mai che siamo stati ragazzi anche noi e anche noi a quell’età vivevamo i nostri conflitti relazionali. Trasferisci a tuo figlio il guerriero che c’è in te!

Aiutare un Figlio a sconfiggere il bullismo
4.9 (98%) 10 votes
Share This