ami veramente o dipendenteQualche tempo fa avevo scritto un articolo sulla necessità di liberarsi dalla dipendenza emozionale del partner, ma ora voglio farti comprendere meglio dove sei in questa fase della tua vita nei confronti dell’amore verso il partner. Quante volte hai pensato di essere veramente innamorato/a e soltanto 2 mesi dopo aver smarrito quei sentimenti di amore? Pensavi di essere innamorato/a, per poi scoprire invece, che avevi in realtà, soltanto qualche “necessità” o bisogno da soddisfare?

Fai questa prova di dipendenza affettiva, rispondendo a queste domande:

Stai idealizzando la persona che pensi di essere innamorato/a?

Hai scoperto che nei tuoi rapporti precedenti hai avuto la tendenza di idealizzare i partner?

Tendi a pensare come ti piacerebbe che il partner fosse differente, invece di accettarlo così com’è?

Rimani impressionato dal modo in cui il partner ti fa sentire speciale?

Ritieni che sia il tuo partner responsabile della tua felicità, della tua tristezza o insicurezza?

Ti senti in ansia o panico quando non sei con il partner, o quando lui o lei non chiama quando avrebbe dovuto?

Hai una serie di aspettative che il tuo partner deve soddisfare per sentirti sicuro/a?

Ti senti che non potresti vivere bene senza questa persona?

Sei terrorizzato/a di poter perdere questa persona?

Ti senti vuoto/a internamente se il tuo partner non è presente?

Sei in continuazione alla ricerca di attenzione e di approvazione del compagno/a?

Ti senti geloso/a possessivo/a con il tuo partner?

Se hai risposto sì ad almeno due domande, si è emotivamente dipendenti, e questo è un peso per la tua vita quotidiana, vivi probabilmente in una prigione mentale in cui non ti rendi conto quanto può essere negativo, dove non puoi godere del tuo vero potenziale.

Basandosi su un’altra persona, anche se è tuo marito o moglie è come limitare la tua vita e andare verso una vita di mediocre sofferenza, perché è probabile che non riesci ad essere te stesso ed esprimerti al meglio. E’ come vivere la propria vita da comparsa anziché attore!

L’amore che viene dalla paura non è amore, è bisogno di qualcuno o qualcosa. La dipendenza emotiva viene dal vuoto interiore che si crea quando non ci stimiamo, e ci si aspetta che il partner possa riempire il vuoto sentendosi amati e sicuri.

Una volta attribuita al partner la responsabilità della tua felicità, per la tua sicurezza e il tuo valore, il prossimo passo probabilmente sarà il bisogno di avere il controllo su di lui o lei per indottrinare l’amore nel modo in cui desideri essere amato/a.

Che cosa è il vero amore? Come smettere la dipendenza emotiva?

L’amore non vuole controllare chiunque, amare significa arricchirsi giorno per giorno, il che significa eliminare il controllo ed il possesso dell’altra persona. Noi non possediamo nessuno, neanche i nostri figli, loro appartengono alla vita.

L’amore è dare e condividere, non si tratta di “fare”. L’amore non ha bisogno di paragoni, le qualità non scompaiono con il tempo. Occorre andare nel profondo, al di là dell’aspetto esteriore, denaro o il potere, ma qualità durevoli presenti nel cuore e nell’anima.

La sfida dell’amore vero è che non si può decidere di ottenere l’amore da ciò che l’altro ti dà. Se concentri la tua relazione amorosa sulla quantità che ottieni, sarà sempre portare ad un cuore chiuso e cercare di controllare, misurare, lasciando l’amore vero fuori. Il tuo obiettivo può essere imparare ad amare se stessi e il tuo partner in ogni tempo, aprendo veramente il tuo cuore. Quando si sceglie costantemente di essere amorevole a te stesso e agli altri, potrai sperimentare il vero amore.

Se non ami te stesso (la tua bella e meravigliosa essenza), allora non puoi vedere l’essenza di amare un’altra persona. Quando non riesci a vedere o apprezzare te stesso, diventi dipendente emotivamente sul desiderio d’amore esterno.

Quando amerai te stesso, ti renderai consapevole che diverrai meno vulnerabile alla richiesta di attenzione e approvazione di qualcuno esterno a te. Quando si verifica la necessità di attenzione e approvazione, allora è molto più facile riconoscere che qualcuno ha “colpa” in qualcosa. Qui non esistono mai colpe ma soltanto responsabilità, e sono tutte tue, ok?

Quindi per riassumere, la chiave per amare veramente è quello di imparare prima ad amare te stesso nel senso più profondo e responsabile, non semplicemente egoistico.


CLICCA QUI PER SCARICARE IL MANUALE “OTTIENI LA TUA AUTOSTIMA”!


E tu sai amare veramente? Dimmelo nei commenti.

Ami veramente o sei dipendente emozionalmente?
5 (100%) 16 votes
Share This