cogli l'attimoL’uomo ha il controllo sul proprio destino e ne è l’artefice? Non è affatto semplice rispondere a questo quesito. Quello che è certo è che quanto più agiamo sugli eventi che si presentano sulla nostra via, tanto più potremo influenzarli con le nostre scelte e la nostra intraprendenza, Pierluigi D’Alessio ce lo trasmette in ogni suo articolo di questo blog.

Molti studi del resto, hanno confermato che correre dei rischi nella vita aumenta le possibilità di essere felici e di sentirsi bene con se stessi.
Se pensiamo all’idea di “rischio”, automaticamente siamo portati a pensare a qualcosa di negativo che mina la nostra stabilità e la nostra sicurezza. Se invece il rischio fosse visto come risorsa, come un’opportunità per reinventarsi e mettersi alla prova continuamente, il termine acquisterebbe una connotazione più positiva. Rischiare è una parte fondamentale dell’esperienza umana. Se non obblighiamo noi stessi ad agire attraverso uno sforzo conscio, rimarremo sempre bloccati nella spirale di immobilismo e procrastinazione, che non farà altro che alimentare le nostre paure e la nostra insicurezza e ci condizionerà sempre.

L’unico modo per interrompere questo ciclo è imparare a rischiare, a buttarsi, facendolo, però, in modo intelligente e cominciando dalle piccole cose, come suggerisce Tyler Tervooren che, con la sua organizzazione Advanced Riskology, aiuta ad affrontare i rischi in modo più coscienzioso e a vivere serenamente.

Tervoreen dichiara, infatti, che come in qualsiasi altra cosa nella nostra vita, “rischiare diventa più facile con la pratica. […] Per ogni rischio che corriamo, impariamo qualcosa che metteremo in pratica durante la prossima sfida e questo, ovviamente, rende tutto meno preoccupante. […] Ricordate che ognuno di noi ha delle abilità più o meno spiccate a seconda della situazione in cui ci si trova”. Tutto dipende da diversi fattori: la nostra età, il momento particolare della nostra vita, le nostre origini, ecc.

I nostri interessi giocano inoltre un ruolo importante. Impariamo e rischiamo negli ambiti che ci interessano di più. Cominciare dalle piccole cose che ci sembrano affrontabili è sicuramente un ottimo inizio. Ci permette di valutare le conseguenze delle nostre azioni cercando di agire in maniera responsabile. Con il passare del tempo, più ci mettiamo in gioco, più avremo coscienza dei nostri limiti e potremo far leva sulle nostre capacità e risorse per affrontare le nostre paure e raggiungere il benessere a cui aspiriamo.

Cogliere l’attimo per vivere felice
5 (100%) 7 votes
Share This