rispondere alle criticheLa critica degli altri ci può influenzare notevolmente. Viviamo in un contesto sociale e quindi è naturale rispondere ad uno dei nostri bisogni di essere accettati e valorizzati. Molte volte cerchiamo l’approvazione dagli altri e quindi le critiche sono dolorose e suscitano la paura di essere giudicati e respinti. Una forte autostima ti aiuterà ad affrontare le critiche senza aver paura del giudizio degli altri e senza avere il maledetto ed inutile senso di colpa.

Molte volte, sia per la paura del rifiuto di cui abbiamo parlato prima, o perché la critica ci mortifica, non rispondiamo all’interlocutore ma restiamo offesi. Qualche tempo fa, avevamo affrontato il sistema delle critiche sul posto di lavoro, ma oggi andiamo più sul personale in modo da poter uniformare i metodi. Ci sono 3 modi per rispondere ad una critica negativa:

• Combattere con un comportamento aggressivo.
• Utilizzare delle attenuanti deboli ed avere un comportamento passivo.
• Utilizzare l’assertività. Ascoltare attivamente le critiche, guardando negli occhi il tuo intorlocutore e dire il proprio punto di vista. Così puoi difendere i tuoi diritti ed imparare comunque dagli altri.

Per poter rispondere alle critiche queste sono le 3 fasi da percorrere:

• Valutazione

Accettare le critiche attraverso un ascolto attivo, generalmente dopo un po’ di tempo l’interlocutore avrà un calo di esposizione oppure avrà semplicemente terminato, pertanto poi si può procedere a rispondere per far valere le proprie ragioni. Questa tecnica non aumenta l’autostima e può essere utilizzato solo con persone che non conosci intimamente.

• Ammissione consapevole

Accettare che si è in torto, ma chiarire gli aspetti che ritieni siano sbagliati o ingiusti. Esempio: “Ammetto che ero in ritardo, ma il modo in cui me lo hai comunicato l’ho percepito con troppa agressività. Quando spostiamo l’argomento sulle nostre percezioni spostiamo un comportamento oggettivo dal soggettivo e come tale non può essere giudicato, pertanto l’altra persona non replicherà al nostro “l’ho percepito con troppa aggressività”. Questa tecnica aumenta l’autostima in quanto ci fa uscire psicologicamente vincenti da una critica!

• Interrogazione

Si basa sul specificare su quali aspetti si basa la critica, chiedendo dei chiarimenti o di essere più specifici. Andando nel particolare delle critiche, potremmo rispondere dettagliatamente alle obiezioni dell’altro. Esempio: «Che cosa vuoi dire con la frase che tanto non si può parlare con te?”, “Quando dici che il mio comportamento ti da fastidio, quale comportamento esattamente?”. Questa tecnica aumenta l’autostima in quanto ci fa diventare padroni e responsabili di noi stessi e di ciò che diciamo.

Questi modi di rispondere alle critiche ci permettono di trasformarli in un apprendimento per migliorare il nostro comportamento e ci aiutano a migliorare la nostra autostima.

E tu come rispondi alle critiche? Dimmelo nei commenti.


CLICCA QUI SE VUOI IMMEDIATAMENTE RISOLVERE IL PROBLEMA DI AUTOSTIMA ATTRAVERSO MANUALI E COACHING!


 

Come rispondere alle critiche
5 (100%) 5 votes
CHIUDI
CLOSE
Share This