convincere i genitori a trattarti come adultoUna volta, eri un ragazzino. Ora, quei giorni sono molto dietro di te, ma i tuoi genitori non sembrano di averlo notato. E’ difficile per i genitori a non pensare a te come loro “bambino”, perché, dal loro punto di vista, i giorni in cui hanno cambiato il tuo pannolino e allattato non era molto tempo fa. Per fortuna, con pazienza e rispetto, è possibile indirizzare i tuoi genitori verso il fatto che ora sei un adulto con la propria vita. Non parlo di convincerli a comprarti una moto o ad andare in vacanza da solo, ma a convincere i tuoi a farti responsabile delle tue azioni! Ecco alcuni passi necessari per arrivare a dimostrare alla tua famiglia che non sei più un bambino: 1. Consapevolezza. Sai veramente agire da persona matura? Gli adulti devono assumersi la responsabilità per se stessi e per le azioni che compiono. Se sei ancora incline a dimenticare i tuoi doveri, come ad esempio la pulizia di te stesso e del tuo ambiente/stanza, fai fatica ad andare a scuola, non segui i tuoi insegnanti, non fai i compiti, non collabori minimamente nella gestione delle attività della casa/famiglia,  i tuoi genitori non ti vedono certamente come maturo. Devi ancora prendere la tua vita sotto controllo, e affrontare il mondo da adulto. Usa il tuo tempo e comprendi come risparmiare denaro con saggezza, come una risorsa che può finire se non gestita e riprodotta. Aiuta i tuoi genitori oltre il dovuto. Essi lavorano duramente per tutta la famiglia, ricevere una mano non sarà che un’ottima prova di maturità!

2. Realizzare e capire la situazione. Ammettiamolo. Se hai più di 20 anni non staresti leggendo questo articolo, in quanto più o meno ti sentiresti sicuro del fatto che stai diventando un adulto. E’ probabile pertanto, che hai meno di 20 anni o sei minorenne. Quindi se hai meno di 18 anni anche legalmente, non sei un adulto. Ma questo non significa che non si può agire come tale ed essere trattati con considerazione. Prendi il tempo per riflettere che sei ancora sotto la cura dei tuoi genitori. Essi sono in ultima analisi responsabili di ciò che accade a te. Questa è una responsabilità enorme per loro da sopportare. Se qualcosa dovesse accadere, sarebbero loro quelli da incolpare, e non potrebbero mai trattarti come se tu fossi un loro amico. Ogni genitore ha il terrore che i propri figli accedano in errori come: le droghe, il bere o fare sesso senza un valore, ma questi “divieti” spesso ti fanno apparire i tuoi genitori come orribili e all’antica! I tuoi genitori stanno cercando di fare la cosa giusta, magari non ci riescono, ma vanno rispettati e seguiti. Sta a te aprire un dialogo da persona matura, per eventualmente affrontare alcuni problemi che si presentano ogni giorno. Tutti noi abbiamo avuto la tua età, una volta, e abbiamo a nostra volta giudicato i nostri genitori come “cattivi” per delle proibizioni! Ma se si agisce in modo responsabile, vedranno che stai maturando, si alleggeriranno ed inizieranno a trattarti come meriti di essere trattato, e vedrai che ti consenteranno di fare più cose.

3. Vai bene a scuola. I tuoi genitori vogliono il meglio per te. Se non vai bene a scuola, probabilmente non farai bene nella vita, non devi essere il primo della classe ma avere una preparazione adeguata. Questo ti aiuterà ad avere un titolo di studio, ad avere un lavoro, a comprare una macchina, una casa, o quello che vuoi!

4. Parla con i tuoi genitori regolarmente. I genitori amano darti consigli e non sono abituati al contrario. Così fanno di questo un loro punto debole, potrebbe essere un aspetto fondamentale per mostrare loro che sei maturato, invitandoli ad ascoltarti e a dare la tua opinione. Anche se si tratta di qualcosa di banale, si sentiranno inizialmente smarriti ma poi capiranno che “qualcosa” in te è cambiato in bene. Inoltre, se tu ascolti loro, allora saranno molto più inclini ad ascoltare te.

5. Non ti arrabbiare. Gli adulti non si arrabbiano e fanno capricci ogni volta che qualcosa non va, e così anche te. Un’azione matura anche quando subisci un rimprovero o punizione. Basta accettare ed andare avanti. Questo sarà la strada più corta per guadagnare il loro rispetto e la loro fiducia.

6. Perdona i tuoi genitori. Perdona i loro errori, e non portare rammarico nei loro confronti. A volte non si comportano come gli adulti, e il loro comportamento è incoerente rispetto alle loro parole. Ricorda, essi avevano la tua età solo fino a pochi anni fa, e in pochi anni si sono trovati ad essere genitori.

7. Abbi pazienza. La pazienza è una virtù dei forti ed io aggiungerei anche delle persone sagge e mature! Se tutto il resto fallisce e sei ancora minorenne, arriverà un giorno in cui potrai decidere per te stesso cosa vorrai fare da grande, ma non ora finché non sei autonomo ed indipendente personalmente, economicamente, fisicamente. Fino ad allora, ci possono essere alcune restrizioni che i tuoi genitori proprio non riescono a concedere, non serve essere ostili e pieni di rabbia!

8. Agisci come un adulto. Vuoi che i tuoi genitori ti trattino come un adulto? Agisci come se tu fossi maturo. Se ti comporti come un bambino, poi è naturale che ci siano ancora dei problemi di responsabilità! So che a volte i genitori sono fastidiosi, ma questo è un motivo in più per metterli alla prova e conquistare la loro fiducia! E tu hai deciso di accettare la sfida e dimostrare a tuo papà e tua mamma che sei cresciuto? Dimmelo nei commenti.

Convincere i genitori a trattarti come un adulto
5 (100%) 6 votes
Share This