Le persone si sentono sole per una serie di motivi. Questi includono non avere abbastanza amici, non riuscire ad entrare in confidenza e condivisione con le persone che ci circondono o non riuscire a farsi accettare da coloro che si rincorrono come amici. Ognuno di noi sperimenta continuamente la solitudine. Per fortuna, però, ci sono un certo numero di modi per superare la solitudine.

La solitudine è uno stato in cui maghi, bande e altri gruppi possono approfittarne della tua vulnerabile condizione personale e possono influenzarti negativamente.

Presta attenzione e ascolta ciò che gli altri hanno da dire su qualsiasi gruppo in cui si sta pensando di aderire.

Se hai una persistente sensazione di solitudine, consulta il medico. Potrebbe essere un segno di depressione.

Prima di entrare nelle possibili soluzioni per sconfiggere la solitudine, occorre che ci sia la consapevolezza della stessa:

– Renditi conto che noi tutti possiamo finire nel dimenticatoio. Ciò non significa che ci sia qualcosa di sbagliato in te. Siamo particolarmente inclini alla solitudine, quando stiamo in una fase di transizione, in particolare anche per il meglio. Se stai cambiando dei modi e delle abitudini di vita, se stai intraprendendo nuovi percorsi di crescita e sviluppo personale, sei destinato ad avere un po’ di solitudine e potresti condividere con poche persone i tuoi nuovi interessi e pensieri.

– Nota la differenza tra solitudine e solitudine. La solitudine è quando non si è soddisfatti dall’essere da solo. Vero è che la solitudine è anche quando sei felice di essere solo, ma se sei felice va bene così. Non sei in solitudine quando si vuole stare con la gente e si ha piacere a stare in compagnia.


CLICCA QUI SE VUOI SCOPRIRE COME RISOLVERE IMMEDIATAMENTE I TUOI PROBLEMI DI SOLITUDINE ATTRAVERSO MANUALI E COACHING!


Adesso vediamo le 10 chiavi per superare la solitudine e per stare assieme alla gente:

1. Chiama o riunisciti con le persone che conosci.

Anche se non sono proprio coloro con cui vorresti stare in questo momento, il contatto umano rende più sensibile lo svilupparsi di altri contatti, facilitandoli. Questo può includere tua madre o tuo padre, ma anche l’addetto al banco del supermercato o al cameriere del bar. Sei per l’ascolto più del parlare? Bene, prima o poi troverai spazio per stabilire delle connessioni più profonde, che sono quelle più importanti.

2. Partecipa alle attività per incontrare gente.

Partecipa a dei corsi di formazione, a delle attività sportive, a delle associazioni. Il volontariato all’interno della tua comunità può aprirti verso nuove conoscenze. Se sei molto timido, trova un gruppo lontano dalla tua zona di residenza, questo ti stimolerà di più a crearti una nuova immagine di te stesso.

Non frequentare gruppi con la sola idea di farti degli amici o di incontrare delle persone.

Prova a frequentare dei gruppi senza aspettative di alcun tipo e impegnati a divagarti indipendentemente da ciò che accade. Spesso ad esempio, le persone che partecipano ai miei CORSI dopo i primi minuti di adattamento e con un programma studiato di socializzazione graduale, si ritrovano a fine giornata con una data già definita per fare una pizzata tutti assieme! Cerca le attività che ti interessano e che coinvolgono anche gruppi di persone come i gruppi parrocchiali, gruppi laici, gruppi politici, scout, concerti o mostre d’arte.

Non cercare conoscenze casuali per trovare dei veri amici e se capita, non lanciarti in eccessi di fiducia immediata.

La vera fiducia si costruisce in modo graduale, come insegna Stephen Covey in “Le 7 regole per avere successo” attraverso depositi emozionali frequenti.

Non c’è niente di male ad avere un sacco di conoscenti, ma avere dei conoscenti è diverso da avere degli amici con cui saresti a tuo agio  nel condividere delle attività.

Inoltre, fondamentale è avere la fiducia per condividere ogni aspetto personale. Pensa ai tuoi contatti come una serie di cerchi concentrici come il social network di google ad esempio.

3. Sfida te stesso a prendere l’iniziativa nelle relazioni sociali.

Non aspettare che la gente si avvicini, se tutti la pensassero come te, nessuno farebbe la prima mossa. Chiedi alla persona che hai davanti se vuole prendere un caffè. Ricorda quanto ti piace quando la gente è attratta da te e da ciò che dici. Ricorda però, che conquistare un’amicizia può essere un processo lungo e faticoso e molte persone si staccano se vedono “troppo attaccamento”, soprattutto se il processo non dovesse apparire spontaneo. Sii curioso e mostra interesse per le altre persone prima che mostreranno interesse per te, OSA (obiettivo, scopo, azione).

4. Trascorri del tempo con la tua famiglia.

Anche se non hai una grande sintonia con uno o più membri della famiglia, è comunque un punto di partenza della tua vita e frequentare attivamente i tuoi familiari, ti può portare ad avere una fonte di novità e nuove conoscenze, mai dire mai!

5. Non permettere a te stesso di nuotare nella tua solitudine.

Fai qualsiasi cosa per focalizzarti su concetti che vadano in direzione opposta: amicizia, amore, condivisione. Fai una passeggiata, vai in biblioteca o partecipa a qualche visita guidata d’arte della tua città. Esplora le abilità e gli hobby, e non avere paura di provare cose nuove, anzi sfida la tua curiosità e sviluppa qualche domanda a te stesso. Più esperienza raggiungi in attività sociali (e quindi maggiore ti alleni a parlare con più persone) e attaccare discorso, maggiore sarà la probabilità di suscitare l’interesse di altre persone e creare consenso.

6. Corri dei rischi aprendoti agli altri se noti delle disponibilità.

Dire quello che c’è nella tua mente mostra apertura e disponibilità e si mette l’altra persona in condizioni di maggiore ricettività. Può capitare di “cadere” e non essere compresi e magari addirittura giudicati criticamente ma, l’eventuale ricompensa supera di gran lunga i rischi. Del resto dico sempre che una persona è forte non quando non cade mai ma quando cade e si rialza, anche mille volte!

7. Fai tutto quello che si farebbe normalmente con un partner o un amico.

Molte volte non è il partner o un amico che ti manca, ma le attività e gli hobby che vorresti condividere. Programma comunque delle attività. Ad esempio, se fossi andato fuori a cena o a vedere un film per sabato sera, puoi concederti le stesse cose. Non rinunciare a priori! Non è strano uscire da soli e andare fuori a trascorrere una serata!

8. Tieniti occupato.

A volte sono proprio i tempi di inattività ciò che provocano i sentimenti di solitudine, pertanto, caricati di attività scolastiche, lavorative e extra.

9. Valuta di prendere un cane o un gatto, ma poi mi raccomando la responsabilità, non è un gioco!

Un cane sicuramente ti aiuterà a sentirti meno solo. Gli animali possono essere dei compagni meravigliosi e danno amore incondizionato e in grado di offrire una compagnia leale. Quando porti a spasso il cane puoi anche avere un ottimo modo di incontrare altre persone!

10. Unisciti ad una comunità online.

A volte può aiutare. Condividi i tuoi pensieri ed esperienze, o fai domande a coloro che stanno vivendo situazioni analoghe. Forum online spesso consentono di aiutare gli altri ma allo stesso modo ci può essere un auto aiuto. Utilizza i social network, come ad esempio Twitter, Google plus o Facebook, puoi incontrare nuovi amici e condividere interessi, qualcuno ha trovato l’amore altri addirittura hanno trovato un lavoro. Allo stesso modo diventare eccessivamente dipendenti dai social network può portare ad ulteriori complicazioni. Utilizza i social network come strumenti per incontrare persone che condividono i tuoi interessi. Può essere un buon mezzo per condividere i reciproci interessi, ma non aspettatrti gli stessi valori di una amicizia reale.

Sii consapevole che soltanto perché qualcuno è vicino a te, non significa che sei in buona compagnia. A volte è meglio la solitudine che stare con persone negative, spesso stare assieme soltanto per aggregazione alla lunga crea un’insoddisfazione profonda e si ha la consapevolezza di perdere la risorsa più importante: il tempo! Inoltre, sii consapevole che la tua dignità è importante e valuta che le persone accanto a te non condividano il tempo con te per pena!

Imposta attività sociali quando non ti senti solo. Anticipa le situazioni, sempre. Leggi la letteratura e vai per musei, a teatro, a danza, se sei religioso segui la tua parrocchia nelle attività di socializzazione.

Impara a meditare in modo da avere l’esperienza di essere amato e nutrito emotivamente da fonti diverse dagli altri esseri umani. Impara ad essere felice con te stesso. Quando ti piaci e ti ami, si vede. Alla gente piace essere intorno a coloro che sono ottimisti e trasmettono fiducia.

Renditi conto che la solitudine può essere un momento giusto per provare qualcosa di nuovo, rilassarsi o coltivare la tua creatività. Dopo tutto, alcune delle personalità più famose della storia hanno impiegato molto tempo e apprezzato la solitudine, ad esempio A. Einstein.

Ora ti lascio un video di Eros Ramazzotti e Ricky Martin, “Non siamo soli”, perché quando la solitudine non è una scelta tu hai il dovere di cambiare la realtà e ce la puoi fare, se agisci!

Dopo il video fammi sapere nei commenti, “Ti senti solo? Se in passato lo eri, come hai eliminato la solitudine?”

 

Come eliminare la solitudine
3.73 (74.55%) 11 votes
Share This