hobby nel cvLa prima cosa da fare per trovare il lavoro oggi, è l’aggiornamento o creazione del curriculum. Per fare questa attività, ci vengono in mente mille dubbi. Oggi affronterò uno in particolare: la sezione Hobby. Perché inserire gli hobby e gli interessi personali nel proprio CV?
Questo è un argomento a lungo dibattuto semplicemente perché non c’è una risposta giusta o sbagliata.

C’è, però, una considerazione principale che si dovrebbe fare al momento di decidere se includere i tuoi hobby e interessi sul tuo CV; quanta esperienza rilevante hai nel ruolo a cui ambisci candidarti?

Non hai forse bisogno di inserire gli hobby e interessi nel curriculum se hai tanta esperienza – l’esperienza e la carriera di questi candidati dovrebbe essere sufficiente a persuadere i selezionatori che si può accedere alla fase di colloquio. Comunque, l’inserimento di attività personali nel CV può essere utile – se non, caldamente consigliato – per i giovani diplomati o laureati, candidati con percorsi professionali irregolari, nonché quelli privi di esperienza nel settore che intendono entrare (un hobby può denotare passione per alcune industrie e discipline affini.

Basta pensare alle catene di elettronica che possono assumere i giovani ragazzi quasi esclusivamente sulla passione per il settore anche se non hanno avuto esperienze professionali nel comparto).

Anche i candidati con esperienza aziendale però, potrebbe voler includere questa sezione sul loro curriculum vitae (io personalmente adoro inserire qualcosa dei miei interessi personali), in quanto hobby e interessi possono contribuire a comunicare il profilo del candidato.

Aggiungere una caratteristica personale può anche essere un forte richiamo di attrazione per chi valuta il CV, anche questa è intelligenza emotiva!

Se si sceglie di includere hobby e interessi sul tuo CV, tutto ciò deve avere la sua pertinenza. Non occorre inserire un hobby a caso, deve essere rilevante e funzionale ai requisiti del posto vacante in questione.

Importante: Se il tuo curriculum è lungo più di due pagine, i tuoi hobby ed interessi devono essere sintetizzati al minimo, oppure devi ridurre il tuo c.v. e stare nelle 2 pagine.

Hobby da volorizzare:

• Assicurati di menzionare qualche hobby apertamente rilevante per il ruolo per il quale ti stai candidando. Se hai puntato una carriera in un settore particolare – o se sei desideroso di entrare in un determinato settore per la prima volta – è probabile che hai già degli hobby rilevanti per il posto vacante in questione.

Coloro che cercano di fare carriera nel comparto IT, per esempio, possono presentare il proprio blog o sito web, mostrare la passione nella programmazione e nello studio informatico.

• Includere hobby che indicano tratti del carattere rilevanti per il ruolo.

Se il lavoro richiede “eccellenti capacità di dialettica e comunicazione”, per esempio, potresti citare il tuo coinvolgimento in un evento di public speaking, o di altre iniziative che ti hanno coinvolto nel parlare in pubblico. I datori di lavoro sono anche predisposti per essere alla ricerca di “buone capacità di leadership“, per le quali citazioni importanti sarebbero allenare una squadra sportiva locale, o organizzare eventi per la comunità.

• Qualsiasi attività di volontariato che ti impegna regolarmente è sicuramente un attività extra professionale degna di nota nel tuo CV.

Il volontariato può indicare al selezionatore che sei un individuo disponibile e sensibile, ma non mentire sulle tue attività sociali ok? Sarebbe alla lunga controproducente per te in fase di colloquio! La menzogna viene immediatamente sanzionata con l’esclusione dall’iter di selezione successivo!

• Se sei uno sportivo e ti piace mantenere in forma, potresti citare le attività sportive che effettui. I datori di lavoro cercano persone adattabili, individui a tutto tondo che possono integrarsi facilmente con il team esistente, in modo da avere flessibilità.

• Includere un hobby unico può essere un modo efficace per garantire al tuo CV una distinzione tra quelli degli altri candidati concorrenti, e può fornire un punto di conversazione supplementare in fase di colloquio.

Costruisci chitarre nel tempo libero? Oppure, hai recentemente completato un corso di soffiatura del vetro? Se decidi di includere un hobby particolare, scrivilo alla fine del CV nella sezione hobby e interessi e dai la priorità ad aspetti più importanti per il ruolo in questione.

Vediamo ora gli aspetti da evitare:
• Mentire sui tuoi hobby o interessi. Potresti falsamente scrivere che sei un appassionato di opera, o un appassionato fan di Shakespeare per mostrare la tua “raffinatezza” intelettuale ai datori di lavoro.

Tuttavia, mostreresti l’esatto contrario se ti venisse chiesto dei pareri in merito alla musica classica e non sapresti cosa rispondere in fase di colloquio a domande del tipo: “Qual è il suo romanzo preferito di Shakespeare?”

• Includere gli stessi hobby e interessi in ogni CV inviato. Se non personalizzi questa sezione del tuo CV per adattarti ad ogni singolo ruolo/azienda, questo sarà probabilmente ovvio per il selezionatore che leggerà il tuo curriculum vitae. Se inserisci attività non pertinenti, mostrerai che non hai abbastanza attenzione del ruolo offerto per creare un CV su misura.

Quindi, ad esempio evita di inserire negli hobby per presentarti ad un’associazione di NO PROFIT: Caccia e pesca. Decisamente incoerente con lo scopo del terzo settore.

• Includere hobby generici e interessi sul tuo CV non specifici. Esempi di hobby generici includono “socializzare”, “ascoltare musica” e “leggere”. La maggior parte delle persone amano questi interessi e quindi la loro inclusione non aggiunge valore al tuo profilo personale.

Infatti, la loro inclusione potrebbe farti apparire banale ai datori di lavoro!

Naturalmente, questi hobby potrebbero essere rilevanti per determinati posti di lavoro (ruoli PR, o quelle nella produzione musicale, per esempio), ma si devono fornire dettagli supplementari – come ti piace socializzare? Che generi di musica ti piace ascoltare?

• Dedicare troppo spazio alle tue attività extra personali. Ti consiglio di indicare al massimo tre hobby o interessi.

Dedicando troppo spazio a questa sezione può sembrare come hai poco da offrire nel campo professionale che è il vero e proprio “piatto principale”.

Ricorda, la qualità è più importante della quantità quando si tratta di aggiungere degli hobby.

• Utilizzare la sezione per i tuoi hobby ed interessi, in modalità discorsiva e tematica. Non devi scrivere un tema sui tuoi hobby ma, elencare semplicemente le tue attivita evitando aspirazioni e valutazioni di giudizio.

Ad esempio: “Sono un membro della mia squadra di calcio locale e il mio ruolo è quello di centrocampista in quanto sono duttile nel ruolo e posso sia attaccare che difendere, pertanto sono flessibile ad ogni tipo di attività” si può trasformare scrivendo semplicemente “Calciatore nella squadra locale”.

Se l’interlocutore sarà interessato ad approfondire questo aspetto, in fase di colloquio ti chiederà delle specifiche in termine di ruolo, allenamenti, desideri, rapporto con gli altri calciatori, etc.

E tu hai inserito gli hobby nel tuo c.v.? Quali interessi hai scritto? Dimmelo nei commenti! Se invece vuoi arrivare al tuo obiettivo con un supporto iscriverti al mio Corso di Marketing di se stessi!

Gli hobby nel curriculum vitae
4.86 (97.14%) 7 votes
Share This