Sai che il tuo modo di pensare e di agire ti ha permesso di diventare un milionario oppure, se ancora non lo sei, ti permetterà di diventarlo? Se credi che questo sia il tuo caso, benissimo! Non cambiare il tuo modo di pensare e di agire. Se non ti interessa la ricchezza allora puoi anche interrompere la lettura di questo articolo. Se invece, si desidera acquisire l’indipendenza finanziaria, leggi molto in profondità questo articolo per almeno due volte.

Se vuoi essere ricco, ma non lo sei ancora, è probabile che sei stato mal condizionato rispetto all’abbondanza. Le influenze della tua infanzia e l’ambiente circostante hanno plasmato il rapporto e le tue convinzioni sul denaro. I ricchi pensano in modo diverso dalla gente di classe povera e media, ed è il loro pensiero e le loro azioni in ultima analisi, a determinare i risultati. Ecco 8 modi di pensare e di agire che possono orientarti alla ricchezza:

1. “Merito di essere ricco”.
Forse hai sentito parlare dell’espressione “chi si accontenta gode”. Purtroppo molte persone pensano in questo modo e questo è il motivo principale per cui sono poveri. Il tuo reddito non potrà mai crescere se ti accontenti, se non credi di meritarti di essere ricco. Immediatamente comincia a credere che tu meriti ricchezza! Meglio è se ne fai un obiettivo primario nella tua vita. È possibile allineare la tua vita esattamente sul tuo conscio e inconscio.

2. “Io sono responsabile del mio reddito annuo”.
I ricchi credono di essere gli unici ed esclusivi responsabili del loro reddito annuo. Non fare la vittima, non lamentarti e non incolpare gli altri per le tue battute d’arresto. I ricchi sanno che se vogliono guadagnare di più, devono imparare e agire di più. I ricchi sono convinti che bisogna essere specifici e determinare una cifra massimale in termini di reddito annuo. La nostra mente opera in modo specifico e non approssimativo! Non pensare mai più in termini mensili che è un pensiero da dipendente che ristringe la tua mente. Se una persona crede di guadagnare € 100.000 l’anno prossimo, è su quella cifra che ci si deve focalizzare. Non aspettarti di guadagnare di più. Questa cifra diventa anche il proprio limite.

3. “Accolgo con favore le persone che hanno un sacco di soldi”.
I sentimenti di invidia nei confronti delle persone che hanno successo e hanno un sacco di soldi, è uno dei migliori mezzi disponibili per essere in rottura con la vita. Invece, imparare ad applaudire, ammirare e amare i ricchi. In questo modo, non ti sentirai in colpa quando lo diventarai anche tu, un giorno. Cura ciò che vuoi nella tua vita.

4. “I ricchi sono onesti e generosi”.
Purtroppo, film, TV e titoli di giornali ci condizionano a vedere i ricchi come i cattivi, i disonesti, malvagi e spregevoli. Donald Trump, il plurimilionario ed immobiliarista americano è un buon esempio di successo e di impegno nel raggiungerlo. Pensa che è arrivato a perdere tutta la sua fortuna per via dei debiti nei confronti delle banche e dopo 2 anni ha recuperato tutto e fatto più reddito di prima! Quindi, se hai nel tuo inconscio, l’associazione che essere ricchi è il male, non è sorprendente che tu non lo sia ancora diventato! Non puoi mai diventare ciò che disprezzi. Abbatti questa credenza limitante, i ricchi sono nella maggioranza persone che fanno beneficienza.

5. “Il denaro è parte della felicità”.
Le persone che dicono “Il denaro non è importante”, sono probabilmente persone che non sono ricche. Hai notato che quasi tutte le persone che affermano questa cosa hanno difficoltà a sbarcare il lunario? Nessun uomo ricco crede che il denaro non è importante. Il denaro è importante in quanto fornisce la libertà di scelta, è usato per costruire ospedali, per pagare la scuola per i tuoi figli, per accogliere adeguatamente la tua famiglia, dar loro da mangiare bene, di viaggiare, di aiutare le persone povere, ecc. Non sarebbe bello poter disporre di una cifra di denaro in piena libertà?

6. “Ho un obiettivo nella vita per fare un sacco di soldi”.
Lo scopo dei poveri e la classe media è “di avere quanto basta per pagare le bollette” o “di essere a proprio agio”. Secondo la legge di attrazione, se la tua intenzione è quella di avere appena a sufficienza per pagare le bollette o essere confortevole, questo è esattamente quello che otterrai nella vita e non un centesimo di più! Le persone che sono ricche non solo vogliono diventare ricchi, ma hanno deciso di impegnarsi in modo irrevocabile. Lavorano 15 ore al giorno per aumentare tale ricchezza. E’ questo il tuo caso?

7. “Niente è troppo costoso, sono io che non guadagno abbastanza”.
I poveri si lamentano costantemente che tutto è troppo caro: “La sottoscrizione di questo corso è troppo costosa”, “Mi piacerebbe fare un viaggio a New York, ma è troppo costoso”, “Vorrei comprare una Porsche, ma è troppo costosa”,” Mi piacerebbe vivere in questo quartiere, ma le case sono troppo costose”. Per le persone che la pensano come i ricchi, niente è “troppo costoso”. Si sentono responsabili del loro reddito corrente e, anche se non guadagnano abbastanza, sono convinti che nel medio o lungo termine, possono permetterselo. Non dicono mai “Non me lo posso permettere” ma si fanno questa domanda “Come posso permettermelo?”

8. “Differenziare i conti correnti”.
Apriti un conto dove versare il 10% del tuo reddito per creare la tua rendita passiva da utilizzare solo per investimenti: case, azioni, diritti d’autore, siti web, oro e argento. Prendi un salvadanaio dove ogni giorno verserai tutti gli spiccioli che hai, l’abitudine ti porterà alla consapevolezza dell’accumolo.


CLICCA QUI SE VUOI IMMEDIATAMENTE AVVIARTI ALLA RICCHEZZA!


Ora che hai a disposizione il vero pensiero dei ricchi, tocca a te agire e decidere di fare il prossimo passo verso la tua libertà economica! Inizia a studiare testi e storie di persone di successo come può insegnarci T. Harv Eker sulla ricchezza!

Il pensiero dei ricchi per diventare ricchi!
3.6 (71.25%) 16 votes
Share This