donna e uomo sul divano con un punto interrogativo al posto della testaHai mai notato in amore che più cerchiamo l’altra persona, più vorremmo stare con lui o lei, e più il partner ci sembra sfuggente?

Hai appena incontrato una persona con cui hai iniziato una relazione, e probabilmente ti stai chiedendo come poter fare crescere la tua storia d’amore.

Quali azioni puoi compiere, per iniziare bene la tua relazione amorosa?

Ecco 7 passi per iniziare un rapporto d’amore senza preoccupazioni.

1. Conoscere ciò che l’amore è e non è.

Pensaci bene, cosa significa per te amore e non amore? Il rispetto ad esempio per te è amore? Allora devi dare e ricevere rispetto. La sincerità ad esempio per te è amore? Allora devi dare e ricevere sincerità. La fiducia è per te amore? Allora devi dare e ricevere fiducia. La scelta più saggia che tu potessi fare ora è metterti seduto e scrivere i tuoi valori che per te rappresentano l’amore.

2. Tu sei quello che vivi nel tuo presente.

Prima della prima volta nel quale tu abbia detto “ti amo”, probabilmente hai avuto una bella escalation di emozioni, ed eri così predisposto e felice in questo nuovo incontro. La sensazione di benessere vi ha spinto ad agire gli uni agli altri nella relazione e di avere il desiderio di vedervi, di stare insieme, di vivere con sorpresa la vita.
Tu sei felice e non stai tentando di esserlo.
In realtà però, ancora non sai ciò che la tua storia diverrà ed inizi a farti mille domande.
Cerca di dimenticare questa sensazione di dubbi ed aspettative, e torna a focalizzarti sul presente, e sul momento che stai vivendo, senza per forza dare un immediato significato alla tua Relazione. Sei nella fase iniziale e pertanto è anche corretto godersi “il viaggio” invece di pensare alla destinazione.

3. Ti amo e ho bisogno di te.

Quando hai pronunciato le famose parole “ti amo”, in questo momento hai iniziato a vivere la tua più grande paura. La paura di perdere l’amore o la paura di non essere amato allo stesso modo. Ti ritrovi?
Queste però sono solo aspettative.
Hai bisogno che l’altro ti ami per amare?
Questo allora non è amore.

Stai cercando di volere garanzie, sicurezze, certezze?

Quasi tutte le persone generalmente che hanno appena detto “ti amo” poi si aspettano che l’altra pesona reagisca allo stesso modo, come se ci fosse un termometro per misurare l’amore. Così si cerca di fare qualcosa per riceverlo in cambio, ed essere felice.

Pertanto, due persone si perdono in un rapporto. Erano liberi all’inizio e ora hanno paura di perdere l’altro.

Quando la nostra felicità è compromessa, allora noi crediamo che l’altro sia responsabile o addirittura colpevole. L’aumento del risentimento e la rabbia che ne consegue, creare disaccordi che si trasformano in veri e propri scontri verbali.

Da dove viene questa convinzione, questa perdita di autostima? Sono le tue convinzioni limitanti che provengono dagli altri che ti fanno pensare che è necessario lo scambio del “ti amo” dell’altro per essere felice? La tua felicità alla fine dipende dall’altro?

Non è mai necessario l’altro per essere felici, ma si può credere a ciò, e quindi costruire una vita d’amore su questa convinzione.

Perché non continuare ad offrire la tua felicità, fornire il tuo proprio modo di essere, come durante l’inizio del corteggiamento?

La vita non ha garanzie, perché l’Amore non ha bisogno di un contratto per vivere, il matrimonio al contrario ha bisogno di un contratto per vivere.

Perché dimentichi il presente e vivi nelle idee del passato e del futuro alimentando le preoccupazioni? Non è quello che il rapporto di amore costruisce, immagini paure che non sono reali, ma stai facendo di tutto per renderle tali?

4. Non mettere in dubbio le tue esperienze ma dubita della tue credenze.

Le tue esperienze fanno parte della tua storia di vita, non puoi e non serve rinnegarle, semmai sono le tue convinzioni che necessitano un cambiamento. Le tue esperienze producono conoscenza, per fare un cambiamento bisogna agire sul tuo modo di pensare, sulle tue credenze limitanti. Esempio di credenze limitanti sono:

Non sono bravo a conquistare le persone…

Non riesco ad avere un partner stabile…

Non troverò mai la persona giusta per me…

E queste credenze provengono dai tuoi genitori, i tuoi insegnanti, dalle tue abitudini e tradizioni, etc.

Se dai forza alle tue credenze limitanti, spendi tutta la vita a dubitare di te, e così non ti resta che iniziare il controllo degli altri.
In altre parole, si perde la fiducia in te stesso.

5. Mettetevi d’accordo sulle vostre intenzioni.

Quando si desidera vivere una vera e propria relazione d’amore, occorre andare all’opposto delle seguenti pretese:
• Se la vera intenzione è quella di ricevere amore, poi si uccide l’amore attraverso la dipendenza affettiva, la gelosia e la necessità di ricevere.
• Se la vera intenzione è avere riscontro nei confronti degli altri, poi si uccide l’amore per via del dimenticare i tuoi veri ed unici sentimenti.
• Se la vera intenzione è la sicurezza, allora si uccide l’amore dalla paura del problema della solitudine e così si vive nella monotonia o nella noia.
• Se la vera intenzione è quella di mantenere le promesse, poi si uccide l’amore utilizzando solo doveri ed obblighi, e quindi si vive in colpa.
• Se la vera intenzione è quella di fare qualcosa per produrre felicità, poi si avviano delle aspettative che distruggono l’amore.

Invece, se la vera intenzione è vivere la relazione “a cuore aperto”, dando al partner (dandovi entrambi) la libertà di scegliere, senza nulla da pretendere e chiedere, allora il vostro rapporto d’amore inizierà ad essere meraviglioso senza preoccuparsi di cosa sarà tra 1 anno o tra 5 anni.
Ciò che conta non è quello di fare subito qualcosa per essere felice, ma prima occorre scegliere di essere felice e iniziare a cambiare i propri schemi mentali per praticare un vero e proprio allenamento.

Spesso per cambiare uno stato di malessere, occorre semplicemente accettare e lasciare andare, comprendere il processo che lo ha creato ed essere responsabile.

Questa consapevolezza, consente di entrare nella tua mente, osservare le tue azioni ed il tuo comportamento.
Comprendi la differenza tra essere il problema e dire “Non sono adeguato” dal comprendere il comportamento esterno che ha generato il problema e dire “Come posso trovare adeguatezza in questa situazione”?

6. I Problemi sono opportunità.

Se ci sono dei disaccordi in un rapporto, ciò che conta è capire che essi siano visti come opportunità per creare nuovi spunti ed evolvere la relazione.

Se ti aspetti di essere felice perché il partner deve farti felice, allora i problemi sembreranno errori o gli errori degli altri, che ti impediscono di essere felici.

Pertanto, vedrai l’altro come un avversario, come il colpevole delle tue disgrazie.

Se il vostro rapporto ha lo scopo di creare e crescere insieme per aiutarsi nelle disgrazie, allora questi problemi sembreranno delle meravigliose opportunità.

I problemi sono opportunità per fare una nuova scelta che possa farti cambiare schema mentale!

Sono scelte circa il tuo modo di essere all’interno della relazione, non importa quello che fai.

7. Una rottura non è un fallimento.

Quando hai iniziato a camminare, con molta probabilità sei caduto più volte prima di riuscire a stare in piedi. Giusto?

Sicuramente, non pensavi a darti del perdente, dell’incapace, o altre idee negative e giudicanti.
Non eri ancora “contaminato” dalle tue credenze limitanti, ma durante la giovinezza poi, le credenze degli altri hanno creato il tuo modo di pensare e, soprattutto hai sviluppato quel senso di colpa.

Comprendi che il fallimento sia un semplice passo naturale nel processo di vita, un processo legato all’esperienza.

Il fallimento non è un errore, si tratta di un errore pensare di confrontarsi con gli altri, perché in ogni caso il paragone è sempre fuorviante, altre vite, altre esperienze, altri incontri, altre conoscenze, etc.

Allontanati dal giudizio e dal giudicare sempre il mondo che ti circonda, inizia a giustificare le scelte degli altri in quanto rispettoso delle scelte altrui, anche se non le condividi.

Il bambino che si rialza e persevera nel camminare, finirà per realizzare il suo desiderio.
Una rottura, può spesso essere una nuova opportunità per fare nuove scelte migliori in futuro.
E’ meglio fare qualcosa non perfettamente, piuttosto che non fare nulla!
Tuttavia, se accusi l’altro, se sei sempre alla ricerca di sostegno, se ti aspetti che l’altra si comporti in modo differente, se inizi a dare la colpa sempre all’altro o alla vita, allora continuerai a fuggire dalla tua Responsabilità e non potrai raggiungere mai la Felicità di coppia, in quanto dipende dall’esterno a te!

E tu hai iniziato a lavorare su di te per migliorare la tua Relazione o continui a cambiare partner? Ti aspetto nei commenti.

Iniziare bene una Relazione Amorosa
5 (100%) 11 votes
Share This