motivare i collaboratoriE’ dimostrato che i dipendenti motivati sono più produttivi. Vanno a lavorare più felicemente, sfruttano meglio il tempo, eseguono meglio i loro compiti e raggiungono i migliori risultati per l’azienda. In sintesi: un chiaro vantaggio per l’azienda e per il lavoratore.

Molti penseranno ai soldi, ma al di là di incentivi economici extra, ci sono altri modi per motivare il personale e farli sentire a loro agio. Creare un ambiente di lavoro piacevole, riconoscere i successi ed essere flessibili nella pianificazione, sono alcune delle chiavi per mantenere il personale entusiasta e garantire il successo della società.
Ecco i 7 modi per motivare i collaboratori:

1 . Flessibilità nell’orario. Una possibilità è quella di ridurre il tempo speso per il pranzo al fine di far anticipare l’ora di uscita dal lavoro o la possibilità di lavorare più ore durante i giorni della settimana in modo da avere il venerdì pomeriggio libero. Così in questo modo si può aumentare la qualità della vita dei lavoratori e facilitare la conciliazione con la vita personale e la famiglia.

2. Scelta dei giorni di vacanze. Questo può essere molto positivo per facilitare il lavoro e l’equilibrio familiare, consentendo ai dipendenti che hanno figli di scegliere vacanze in coincidenza con le vacanze scolastiche di Natale, Pasqua e in estate. Stabilire un equilibrio tra lavoro e tempo libero è essenziale per la creazione di un ambiente di lavoro positivo.

3. Riconoscere i successi. Riconoscere quando qualcuno fa un buon lavoro non costa nulla e può significare molto. Se vi è riconoscimento dell’impegno e dei risultati, il lavoratore sentirà che il suo sforzo è stato gratificato e ne è valsa la pena, che fa parte attiva di una società e servirà a mantenere alta la motivazione per contribuire al successo della società.

4. Buon clima lavorativo. E’ importante che un capo trasmetta un clima di collaborazione e fiducia verso i collaboratori. Pertanto, occorre proteggere l’ambiente e favorire il rilassamento. Fondamentale il rispetto e la gentilezza. Se si deve rimproverare un dipendente occorrerebbe farlo in privato, mentre per riconoscere un buon lavoro sarebbe meglio celebrarlo in pubblico.

5. Appartenenza all’azienda. Aumentare il senso di appartenenza alla società favorisce un buon ambiente di lavoro, aumenta la produttività e fa raggiungere gli obiettivi. Il fatto che i dipendenti siano a conoscenza di tutti i prodotti , sfaccettature , ecc . Azienda coinvolge seduto legami più stretti con la società .

6. Aspettative future. In tempi di crisi, incoraggiare i lavoratori con piani a lungo termine all’interno dell’azienda è diventato uno dei metodi più utilizzati per trasmettere grandi motivazioni. Nella tua azienda è così? Nulla motiverà di più che sapere che l’azienda ha bisogno di loro, che il loro lavoro quanto piccolo o grande che sia, è necessario per far si che ogni micro ingranaggio funzioni alla perfezione all’interno dell’organizzazione. È uno dei modi più diretti per riconoscere il lavoro dei dipendenti. Inoltre, la formazione ad esempio, attraverso corsi, ecc. da parte della società è percepita come un modo per scommettere sul lavoratore .

7. L’interesse per la sua vita. Il periodo in cui si diceva “Questo è un aspetto della mia vita privata e non centra con il lavoro!” è terminato! Tutti i grandi leader o capi devono entrare in profondità dei collaboratori, sviluppando Intelligenza Emotiva. Si consiglia di prendere tempo per sapere cosa pensano i loro dipendenti, la loro vita personale, i loro bisogni, ecc. I lavoratori apprezzeranno questi interessamenti e a livello aziendale potranno offrire, in modo naturale, idee ed iniziative, per il vantaggio di tutti: azienda e lavoratori! “Se ci scambiamo un euro, ognuno rimarrà con un euro. Se ci scambiamo un’idea, ognuno avrà due idee!”

E nella tua azienda la motivazione è importante? Dimmelo nei commenti.

Motivare i collaboratori
5 (100%) 3 votes
Share This