quando controllare il partner è ossessioneDurante le coaching con centinaia di persone intente a “Guarire dalla gelosia” ho riscontrato questa costante: il controllo ossessivo del celluare del partner, del marito o moglie, del fidanzato o fidanzata. Se anche tu sei in questa fase specifica vuol dire che sei aflitto da gelosia patologica. Vuoi continuare a controllare la libertà dell’altro? Invadere la sua privacy e dettare le modalità di come passare il suo tempo?

Controllare il suo telefono cellulare per vedere chi sta chiamando, chi sta scrivendo, se e con chi sarà mai “online” su wathsapp, entrare con le sue chiavi di accesso su Facebook, seguirlo per vedere dove va, o arrivare a rifiutare di lasciarto andare fuori con gli amici o persino lavorare, questi sono ulteriori segnali che devi immediatamente agire altrimenti la tua relazione prima o poi comunque cesserà. E se il partner rimarrà con te, maturerà un sentimento negativo verso di te che sarà opposto all’amore!

Azioni concrete

Affronta e accetta la gelosia. Scrivi su un quaderno le tue domande sospette, annota le accuse e le azioni che affronti per un periodo di 2-3 settimane, registrando come ti senti ogni volta. Allo stesso modo comunica al tuo partner di fare lo stesso essendo la persona che “subirà” questi attacchi, fai in modo che anch’egli raccolga i suoi pensieri e stati d’animo. Comunica al partner che ti interessa modificare il tuo comportamento e che sei interessato a comprendere i suoi stati d’animo.

Pensi che le tue azioni siano ragionevoli? Pensi che il tuo comportamento ti sta avvicinando o allontanando dal partner?
Non essere reticente. Se affronti il problema e sai che il controllo del partner è un problema, questo potrà aumentare la fiducia tra voi, stai agendo!

Aumenta i tuoi sentimenti di empatia verso il tuo partner. Visualizza cosa deve essere vivere nella cultura del sospetto, nell’insicurezza della relazione, nella frustrazione che in qualche modo il partner non può essere se stesso con la persona amata. Non è paradossale tutto ciò? Forse hai delle credenze che devi eliminare per via di qualche abbandono del tuo passato, ma tutto ciò non deve ricadere sul tuo partner, non è giusto!

Crea nuove abitudini per delegare fiducia e creare indipendenza emozionale nel rapporto e contribuire a costruire la tua autostima – lascia una serata fissa libera al tuo partner come prova di impegno e fiducia. Ti assicuro che non è la quantità del tempo che fa la differenza in amore, ma la qualità del proprio tempo assieme. Stare a controllare il telefono o facebook, non ti arricchisce emotivamente ma ti impoverisce, stai perdendo tempo!

Crea e mantieni una tua personale rete di amicizie e di hobby, questo alla lunga ti farà essere una persona migliore ed è un passo fondamentale per la tua indipendenza emotiva.
Elabora un “contratto” tra di voi: “Saremo sempre rispettosi e non utilizzeremo violenza”; “Saremo liberi di amarci finché lo vorremmo”; “Tra di noi regnerà sempre fiducia e trasparenza, anche se un giorno l’amore dovesse finire”; “Fortificheremo la relazione basandoci sulla fedeltà”.

E tu hai deciso di smettere di controllare il tuo partner? Dimmelo nei commenti.

 

 

Quando controllare cellulare e facebook del partner diventa un’ossessione
5 (100%) 5 votes
CHIUDI
CLOSE
Share This