salvare salute mentaleIn questo articolo voglio condividere le 3 chiavi fondamentali per vivere bene psicologicamente. Sono aspetti evidenti della vita quotidiana, semplici, che spesso ci dimentichiamo per via della nostra vita offuscata dalla routine, degli automatismi e dai doveri.

Ma alla tua salute psichica, chi ci pensa se non te stesso? Questo post ti sarà utile per tornare a riconquistare il benessere psicologico, che è estremamente importante perché senza di esso la nostra vita non ha senso. Se è vero che “Non si possono fermare le onde, ma imparare a navigare!”, ecco gli aspetti fondamentali senza i quali, potresti essere “assassinato” dagli eventi.

I 3 punti per salvare la tua salute mentale:

1. Avere una buona autostima.

Rispetto all’autostima ne abbiamo parlato molto tutti, io cerco in ogni modo di insegnarla a chi partecipa ai miei corsi, ci sono fiumi e fiumi di inchiostro su questo argomento, alcuni Life Coach dicono che devi amare te stesso, dire ti amo allo specchio, abbracciarti, prenderti cura, abbracciare anche un albero, essere uno con tutto ciò che ti circonda…

C’è una foto sul web che rappresenta un gatto che osservandosi in uno specchio si vede un leone, ma se questo è un gatto deve essere un gatto nella sua identità e non dovrà negare la sua realtà di essere un gatto.

C’è una semplice definizione di autostima molto essenziale: Autostima significa accettare noi stessi quando facciamo qualcosa di buono, come quando facciamo qualcosa di cattivo.

L’autostima è sapere i tuoi punti di forza e conoscere i tuoi limiti. Dove è il problema delle persone? Non accettare tutto, non accettare alcune cose che fanno male. Il problema è quando noti soltanto quello che fai bene e non quello che fai male, crederti onnipotente perché non vedi i tuoi errori.

Ci sono persone che tendono sempre ad incolpare gli altri, a vedere cosa non va nel comportamente altrui, avere interesse soltanto se qualcosa riguarda loro stessi e di tutto ciò che ruota intorno ad essi! Non vedere i propri errori, soltanto perché ti senti “indifeso” “umiliato”, e quindi nascondere o negare le proprie responsabilità, non ti fa essere un superuomo o superdonna, ma ti fa perdere autostima ed assertività.

All’estremo opposto ci sono coloro che vedono soltanto i loro difetti e quello che fanno male. Vedersi sempre in ombra, inadeguati ad ogni situazione, tristi e sottomessi dal mondo ti farà compromettere ogni tipo di relazione e ti farà perdere la giusta dimensione sociale!

2. Implementare una formula per il successo (Ottenere ciò che si vuole!).

Immagina un neonato che vuole un giocattolo che è a 3 metri distante, il desiderio di averlo è tanto ma sa che il giocattolo è lontano, poi lotta ed inizia a strisciare fino a che non riesce ad averlo. Questa è la formula per il successo, che si traduce in questa frase: Desiderio + sforzo = SUCCESSO

Desiderare qualcosa per natura non è negativo ma stimolante, aggiungendo dello sforzo si avrà successo. Ora immagina un altro neonato che desidera anche egli lo stesso giocattolo distante da lui sempre 3 metri, questo neonato a differenza dell’altro non ha un forte desiderio. E sai perché? Perché sa che la sua mamma gli fornirà il giocattolo.

Da qui l’insegnamento che occorre impegnarsi e lavorare per ottenere quello che vuoi, altrimenti il valore riconosciuto a quell’oggetto o abilità sarà ridotta. Perché alcune persone non apprezzano le cose che hanno? Perché hanno desiderato e poi avuto tutto, senza però passare per lo sforzo e attraverso il sacrificio. Sappiamo che quando immettiamo nella nostra mente il desiderio di qualcosa è una qualità positiva, perché quando desideriamo qualcosa veramente, scopriamo e comunichiamo al nostro cervello come poterla ottenere. Stimolo + Risposta, come un riflesso condizionato.

3. Prendere decisioni.

Dal momento in cui ci svegliamo al mattino e fino a quando andiamo a letto, si calcolano almeno 300 decisioni in media: dai vestiti che indossi, alla strada che percorri. Ci sono persone che hanno difficoltà a prendere decisioni, queste persone hanno una personalità accomodante oppure vivono nell’incubo dell’errore (Non esistono errori, ma solo risultati!). Sviluppano ansia, stress o per contrasto apatia totale allo scopo di evitare qualsiasi conflitto con loro stessi e con gli altri. Restano perennemente nella loro zona di comodo o comfort!

Quando prendiamo una decisione, senza dubbio ci saranno degli aspetti positivi ma altri negativi. Per esempio: Se siamo andati ad un evento in un luogo definito, ovviamente abbiamo perso la possibilità di stare da qualche altra parte. Dov’è il punto qui? Il punto è che se focalizzo la mia attenzione su ciò che perdo, non sarò mai in grado di godere di ciò che guadagno.

Allora, dove vuoi mettere la tua attenzione? Su ciò che guadagni o su ciò che ti manca o perdi? Chiaramente non possiamo volere tutto, se si vuole tutto non saremo in grado di godere di qualsiasi cosa. Le azioni si costruiscono, il successo si costruisce, e quando costruiamo con impegno e fatica, certamente si sta andando bene. Questi 3 aspetti sono necessari a mio avviso per stare bene con noi stessi, perché solo quando stiamo bene con noi stessi, si può stare bene con gli altri. Ora ti farò vedere una presentazione di una ragazza speciale, Lizzie Velasquez, definita “la donna più brutta del mondo”! Ti aspetto dopo il video per i commenti.

 

Salvare la salute Mentale
5 (100%) 11 votes
Share This