violenza donneNessuna donna vorrebbe vivere questa realtà.

Tuttavia, è qualcosa che accade sempre di più e non si può ignorare un fenomeno ancora oggi così diffuso e decisamente negativo per la crescita dell’essere umano.

E’ importante conoscere intanto i segnali di un uomo violento: non dobbiamo far finta che tutto sia un episodio isolato ma occorre avere tolleranza zero per ogni forma di violenza, compresa la violenza sulle donne.

I primi segnali da prendere in considerazione.

In generale, il profilo di un uomo violento all’inizio è legato ad una situazione di gelosia, di possesso, di considerazione del fatto che l’uomo narcisista deve “educare” la donna!

Però dopo un po’ di tempo, quando la frequentazione diventa più costante iniziano dei veri e propri atteggiamenti violenti. Tuttavia, ci sono alcuni primi segnali che puoi prendere in considerazione prima che arrivino i problemi reali.

Valuta bene se conosci un ragazzo che fin dalle prime uscite vuole un rapporto subito serio con te, che magari parla subito di convivere o sposarsi.

Inoltre, se una persona è eccessivamente gelosa, se ti proibisce di parlare con il tuo ex o eccede con la rabbia se un altro ragazzo ti fa un complimento, se ti proibisce di uscire con i tuoi amici o di frequentare dei luoghi che per lui “non dovresti più andarci”! Se crede che dietro ogni telefonata ci sia dietro un possibile avversario amoroso questo è un segnale di pericolo.

E’ probabile che nella fase successiva il “potenziale violento” potrà tenerti lontano dalla tua famiglia e dagli amici, dicendo che non sono positivi, che non ne vale la pena, che non apprezzano la figlia o che non condividono la relazione ponendo dei problemi. 

Un altro indicatore da capire è se ti fa rimanere incollata al telefono fino a tarda notte, se ti trasmette l’ansia, se ti strumentalizza con il senso di colpa, se ti fa da una parte molti regali, oppure ti racconta un sacco di scuse giustificandosi per ogni cosa e non ti consente di fare nulla senza di lui.

Ci sono alcuni segnali più avanzati nel rapporto, che sono segni evidenti che è meglio fuggire da questo amore malato, perché senza dubbio sono segnali che un uomo è violento.

Se un uomo in passato ha avuto dei rapporti violenti, probabilmente è un atteggiamento che si ripeterà. Forse non è stato violento con te, ma forse ha già avuto un atteggiamento violento verso gli animali, piante o oggetti: rompere le cose è un segno di violenza.

Se sei con una persona che controlla in ogni momento i tuoi movimenti, ti chiama in ogni momento, utilizza addirittura un GPS per localizzarti, fai attenzione.

Inoltre, se ricerca la perfezione in te, diventa adirato se non fai bene qualcosa, potrebbe essere un uomo violento.

Probabilmente ti dà sempre la colpa per ogni cosa, anche se una parte della responsabilità è di altre persone.

Sono facilmente percepiti in tutto questo triste contesto: sbalzi d’umore, esplosioni, instabilità emotiva.

Un altro punto da considerare è la rigidità dei ruoli: gli uomini violenti tendono ad essere persone che credono che le donne debbano servire ed obbedire, sono sessisti e credono che le donne sono inferiori agli uomini.

Nel sesso vogliono avere sempre un ruolo dominante, e spesso cercano fantasie sessuali in cui la donna è vittima in cui viene utilizzata la forza o la violenza e cercano anche di rendere le donne vittime se non hanno voglia di fare l’amore.

Qui ci sono alcuni segnali che un uomo violento può mandare.

Se hai riscontrato molti punti in comune con il tuo partner dovrai stare attenta e capire come poter fuggire da questa relazione, o aiutare la persona che sai che sta vivendo questo calvario.

In ogni paese ci sono anche dei numeri di telefono che aiutano le vittime di violenza a denunciare questi maltrattamenti, perché nessuna donna possa più dire in ospedale “di essere caduta dalle scale…”

E tu vuoi raccontare la tua storia per aiutare qualcuno ad uscire dal ruolo di vittima di violenza?

Se lui è Violento che faccio?
3.29 (65.71%) 14 votes
CHIUDI
CLOSE
Share This