rientro a lavoroE’ naturale essere un poco dispiaciuti per l’imminente rientro a lavoro quando siamo giunti al termine delle nostre vacanze, ma per alcuni purtroppo è un vero trauma. Fortunatamente, ci si può liberare del malessere e trovare sollievo nella ripresa degli obblighi professionali.

Il disagio che si manifesta può essere fisico percependo affaticamento, mancanza di appetito, insonnia o sonnolenza, dolori muscolari, ecc.

Il morale è anch’esso a terra: ansia, tristezza, pensiero negativo, ecc. La comparsa di questi sintomi di depressione post-vacanza non sono così gravi.

Tuttavia, è necessario che questi stati d’animo cambino il più in fretta possibile.

Per tornare in “pista” il più velocemente possibile, è necessario un minimo di organizzazione o più precisamente riorganizzazione.

Ciò implica svolgere attività di recupero della condizione per almeno uno o due giorni dal rientro delle vacanze. Attività che ti possano far ritrovare l’equilibrio in casa come al lavoro. Questo è anche il momento di ridimensionare gli orari per le uscite mondane, gestire il tempo e tornare alle responsabilità da affrontare.

Ciò non significa abbandonare ogni svago, il divertimento è un bisogno primario per l’uomo ok? Le vacanze ci permettono di godere il relax, ci allontanano dallo stress anche se per operare un cambiamento radicale sulla felicità occorre fare altro e lavorare sulle abitudini!

Fondamentale per tornare a lavoro senza traumi è quello di iniziare la routine professionale e familiare, mantenendo il buon umore (ti senti più una persona seria o seriosa?) associandolo ad attività che ci arrecano relax (continuare a leggere dei libri ad esempio e praticare sport). La gestione dello stress è fondamentale per gestire gli stati d’animo.

Un altro aspetto importante è non pensare che le prossime vacanze arriveranno tra diversi mesi, ma cercare di progettare un viaggio a breve anche solo un week end fuori porta a seconda del tuo budget.

E tu sei già rientrato a lavoro? Come ti senti del rientro? Dimmelo nei commenti.

Vota questo articolo
CHIUDI
CLOSE
Share This