pensieri positiviQuante volte hai desiderato essere calmo in una situazione di forte tensione e stress? E alla fine ti rendi conto che stai urlando e tremi per la tensione emotiva!

Scommetto che questo è il tuo pensiero che attraversa la tua mente: “Adesso mi stai facendo arrabbiare, non mi devo arrabbiare!”.

Ciò che hai richiesto è stato fatto. Il “non” in termini negativi fa in modo che la nostra mente prima debba realizzare la situazione e poi escluderla, ma così facendo hai già visualizzato la tua rabbia, ed essendo una scena mentale che ti si ripropone spesso è facilmente riproposta dal tuo cervello!
Probabilmente, nella tua vita, avrai un sacco di situazioni che ti si riproporranno come queste:  vuoi realizzare un tuo obiettivo, ma per qualche motivo non ci riesci.

Ecco perché.

La nostra mente è il disco rigido più incredibile che si possa immaginare. Ci sono miliardi di possibili connessioni cerebrali.
Ogni volta che si pensa o vede qualcosa, il nostro cervello si ricorda l’evento con il suono, olfatto, tatto e gli altri sensi, senza rendersene conto.

A volte basta essere richiamati da un suono di un evento per ritornare all’immagine di quell’evento. Questo suono è chiamato ancoraggio. Anche gli altri sensi possono essere degli ancoraggi. L’odore ad esempio è anche un punto di ancoraggio. Ogni volta che percepiamo quel determinato odore legato a un evento specifico del passato, il nostro pensiero lo associa immediatamente.

Possiamo usare queste ancore in modo positivo. Dobbiamo renderci conto che la nostra mente non riconosce parole in forma negativa, per avere la negazione deve prima rappresentarla.

Ad esempio, se ti dico: “Non pensare ad una scimmietta che volteggia fuori alla finestra” la tua mente registrerà prima un’immagine di una scimmietta che volteggia nell’aria e poi dovrai annullarla, ma nel momento in cui la visualizzi l’hai già rappresentata nella tua mente. Un altro esempio concreto che richiama la legge di attrazione: “Non voglio essere in ritardo!” e alla fine va a finire che “Sarò in ritardo” perché mi sto creando lo scenario del mio ritardo, lo sto rappresentando nella mia mente, la mia focalizzazione è orientata alla perdita di tempo.
Pertanto, come usare la nostra mente a nostro vantaggio? Con un’affermazione positiva come ad esempio: “Sarò in tempo, ho un posto auto vicino all’ingresso.”

Il pensiero positivo però va esercitato. Quanto più si ripete, più ci si crede e meglio si ottengono i risultati. Trasforma il pensiero negativo che hai nella tua mente.
Rimani concentrato su ciò che desideri. Attiva il tuo s.a.r. (sistema di attivazione reticolare) che permette al tuo cervello di filtrare le informazioni necessarie per orientarlo all’obiettivo!

Pensa alle possibilità, non ai problemi.

Usa affermazioni positive come queste per esempio: “Mi sento più sicuro ogni giorno di più”.”Sono emotivamente equilibrato”. “E’ un altro giorno perfetto per me”.
Programma la tua mente ora, in modo da trasformare i pensieri negativi in positivi!

E tu riesci a trasformare i pensieri negativi in positivi? Dimmelo nei commenti.

Trasformare i cattivi pensieri in positivi
3.78 (75.56%) 9 votes
Share This