Tutti vogliono essere di successo, si non avere successo ma diventare persone che generano successo! Definire in sole 3 azioni il successo è impresa ardua, ma possibile!

Iniziamo subito con le tre azioni del successo:

1) Il successo non è mai definitivo

Proprio quando la maggior parte delle persone vogliono raggiungere il successo, sono tutto il tempo concentrati sulla finalizzazione di questo obiettivo, il risultato finale delle loro azioni, che però è un po’ lontano rispetto al famoso “primo passo” da fare, si dimenticano di pensare prima di tutto quali azioni occorre fare per raggiungere l’obiettivo finale.

In alcuni casi, questo può essere un problema e persino portare all’abbandono del progetto di raggiungere il successo. Se guardiamo a un progetto o un obiettivo che è troppo lontano, diverremo scoraggiati, lasciando spazio alla procrastinazione, o avremo anche avere paura di fallire.

Quando desideri raggiungere i tuoi obiettivi, i tuoi progetti, prima di guardare per tutto il tempo il risultato finale dicendo “oggi non riesco perché è troppo complicato, lo farò domani, perché in questo momento mi sento stanco”, pensa alle azioni che intraprendi per fare un passo dopo l’altro e assicurati che queste azioni siano raggiungibili, che tu possa andare avanti, fare progressi, lenti ma decisi. Prima di pensare allo scopo, pensa prima alle prime azioni da intraprendere e ad agire.

2) Il fallimento non è definitivo, ma un tentativo infruttuoso

Winston Churchill affermava “Il successo è l’abilità di passare da un fallimento all’altro senza perdere l’entusiasmo”. Questo è molto importante perché il fallimento non esiste, finché non smetterai di provarci!

Il concetto di fallimento con che cosa possiamo sostituirlo?

Il fallimento, naturalmente, esiste nelle nostre convenzioni sociali, nella nostra società attuale. È qualcosa che esiste come paura spettrale che possa succedere proprio a noi. Ma da oggi non parleremo più di insuccessi, ma di un tentativo fallito. Ci hai provato ma non ha funzionato. Peccato. Ancora di più, festeggeremo questi fallimenti. Diremo: “Ci ho provato. Il mio tentativo non ha avuto successo, è bello che non abbia avuto subito successo perché così ho capito che non devo fare. Ho agito, ho provato, non ha funzionato, ma ci ho provato. Ed è cercando di avere successo, raggiungendo i tuoi obiettivi e realizzando i tuoi sogni a lungo termine che si determina il successo vero.

Quindi, colpisci la parola “fallimento” e sostituiscila con un tentativo, un tentativo fallito. Sii orgoglioso di aver provato, di aver intrapreso delle azioni per operare dei tentativi, di aver agito e anche se non ha funzionato, non importa. Hai provato e ti differenzia dal 90% della popolazione. Il fallimento non esiste, sostituisci questa parola pessimistica, che è piena di paure, da una parola decisamente più saggia e arricchente come un tentativo fallito.

3) La Perseveranza

Infine, la terza azione che determina il successo è la perseveranza. Sempre Winston Churchill affermava: “È il coraggio di continuare che conta” quindi avere coraggio di continuare, di insistere, di non mollare che determina la perseveranza.

Chiedi a qualsiasi imprenditore o manager, sportivo o inventore, chiunque desideri fare qualcosa (scrivere un libro, creare un sito Web, un’azienda, un’associazione, fare il giro del mondo), una persona che ha in mente un progetto, che vuole arrivarci, avrà bisogno di perseverare. Questo è il principale vantaggio di qualsiasi persona che realizza il proprio successo. Devi perseverare, devi provare, non devi mai essere domo e sentirti arrivato, e devi capire perché anche il perché a volte non ci sei riuscito.

Ho provato, non sono ancora riuscito a raggiungere ciò che desideravo, guardo quello che ho fatto, e mi dico che se non sono arrivato lì è forse perché ancora non sono pronto e devo migliorare per accogliere il successo, cercherò di nuovo e farò cose diverse per arrivare li dove voglio arrivare, non importa il risultato finale, perché ho intenzione di studiare il motivo per cui ancora non ha funzionato e ci proverò di nuovo, modificando ulteriormente le circostanze ed ecc…

Questo è ciò che chiamiamo perseveranza ed è la risorsa principale di tutti i leader, tutti gli imprenditori, tutti coloro che hanno il vero successo. Devi assolutamente perseverare contro ogni previsione. Devi essere concentrato sul tuo obiettivo e devi provare, riprovare, riprovare, e ancora, finché non funzionerà.

Adesso ti racconterò la storia più esaltante per quanto riguarda l’esempio di perseveranza tratta da quel genio di Napoleon Hill nel bellissimo libro che ti consiglio di leggere “Pensa e arricchisci te stesso

Una delle ragioni più comuni dei fallimenti personali è il difetto di rinunciare davanti alle sconfitte temporanee. Ognuno di noi commette, prima o poi, questo errore.

Durante la corsa all’oro, anche uno zio di R.U. Darby fu preso da quella “febbre” e si trasferì nell’ovest per scavare e diventare ricco. Non aveva mai sentito dire che è sempre stato estratto più oro dai pensieri umani che dalle viscere della terra. Egli agì a modo suo, dotandosi di pala e piccone.
Dopo alcune settimane di lavoro, venne ricompensato dalla scoperta del luccicante minerale. Gli servivano altri macchinari per portarlo alla superficie: dunque, nascose la cava per cautelarsi e tornò verso casa, a Williamsburg, nel Maryland, rivelando il “colpo” ai parenti e ad alcuni amici. Misero assieme i soldi necessari per acquistare le macchine e poi le imbarcarono. Lo zio e Darby tornarono quindi alla miniera.
Il primo vagone del minerale fu estratto e spedito a una fonderia. La resa dimostrò che avevano trovato una delle miniere più ricche del Colorado! Qualche altro vagone del minerale e avrebbero potuto rifondere tutti i debiti. In seguito sarebbero arrivati utili a volontà.
Le trivelle scavavano instancabilmente! Le speranze di Darby e dello zio si rafforzavano sempre più, ma poi accadde qualcosa: scomparve la vena del minerale aurifero. Con la riserva d’oro, svaniva anche la loro illusione. Continuarono a scavare, cercando disperatamente di ritrovare la vena, ma non ci riuscirono.
Infine, decisero di rinunciare.
Vendettero le macchine ad un rigattiere per poche centinaia di dollari e tornarono a casa in treno. Il rigattiere si rivolse a un ingegnere minerario, commissionandogli alcuni calcoli da eseguire sulla cava. Secondo l’ingegnere, il progetto era fallito perché i proprietari ignoravano la “linea delle faglie”. In base ai suoi calcoli, la vena sarebbe ripresa ad appena un metro da dove avevano smesso di scavare i Darby! Infatti, la ritrovarono proprio a quella profondità.
Il rigattiere ricavò milioni di dollari dalla miniera d’oro perché fu così saggio da chiedere il consiglio di un esperto prima di abbandonare il progetto.
“Non mi fermerò mai solo perché gli altri mi rifiutano”
Molto tempo dopo, R.U. Darby recuperò le perdite subite e fece grandi affari scoprendo che il desiderio può essere trasformato in oro. Fece la scoperta quando aveva già iniziato la carriera di assicuratore nel ramo vita.
Consapevole di aver sprecato una grande fortuna per essersi fermato a un metro dall’oro, mise a frutto l’esperienza nel nuovo lavoro dicendo semplicemente a se stesso: «Mi sono arrestato a un metro dalla fortuna, ma ora non smetto mai se un cliente rifiuta quando gli chiedo di comprare una polizza».
Darby divenne uno dei pochi assicuratori a vendere ogni anno più di un milione di dollari di polizze. Doveva la sua “tenacia” alla lezione appresa dall'”incostanza” nel caso della miniera d’oro.

Prima che gli arrivi il successo, ogni uomo può essere sicuro di andare incontro a temporanee battute d’arresto o veri e propri fallimenti. Quando si è sconfitti, sembra che la cosa più logica sia cambiare strada, rinunciare al progetto. Così si comporta la maggioranza della gente.
Più di cinquecento persone di successo mi hanno detto di essere riusciti spesso in ciò che facevano appena un passo dopo essere stati sconfitti. Il fallimento è un burlone con acuto senso dell’ironia e dell’inganno: si diverte a imbrogliarci quando il successo è alla nostra portata.”

E tu hai una storia da raccontare o una tua azione di successo che vuoi condividere nei commenti? Ti aspetto!

CHIUDI
CHIUDI
Share This