Ottenere la fiducia ed essere promossi non è un compito impossibile devi soltanto sapere quali passi intraprendere. Questo articolo potrebbe aiutarti!

Ottenere un lavoro può essere difficile, quindi è prevedibile che dopo aver firmato il contratto di lavoro, tu possa rilassarti, ma se sei interessato ad uno sviluppo professionale, devi entrare in sintonia al prima possibile col tuo capo.

E’ un processo lungo convincere il tuo capo a fidarsi di te, e dal momento che convincere il tuo capo di fiducia può essere difficile, essere promosso al lavoro può diventare un processo angoscioso e frustrante.

Per evitare di stressarti, dovresti concentrarti sul comportamento che fanno si che il tuo capo si fidi di te. Tieni presente che i direttori o imprenditori sono interessati ad assumere persone di talento e desiderano che i dipendenti facciano aumentare il loro business.

Come guadagnare la fiducia del tuo capo:

1. Digli spesso che ha torto

Può sembrarti contraddittorio, soprattutto quando alla maggior parte dei capi piace essere lusingato dai propri sottoposti; tuttavia, è una tattica collaudata che non fallisce mai: dire al tuo capo che ha torto quando si crea l’occasione, può aiutarti a guadagnare punti con il boss.

Certo, devi essere attento perché potrebbe essere controproducente e giocarti tutto in un istante. In generale, dovresti evitare di dire direttamente al tuo capo che ha torto e dovresti cercare di esprimerlo nel modo più diplomatico possibile. Ad esempio, se pensi che ciò che il tuo capo suggerisce non funzioni, non dirglielo. Dagli le prove supportate da dati sul perché non funzionerà e un paio di suggerimenti su come migliorare (non sostituire) l’idea del tuo capo.

La chiave per avvicinarti al tuo capo è osservarlo e capire come e a cosa reagisce. Ogni persona è diversa, quindi scoprirai che nessuna regola d’oro si applica a tutti. Ma ciò che vale per tutti è che ognuno ha bisogno delle prove concrete per cambiare le proprie idee. Quindi assicurati di fare la mossa giusta prima di contattare il tuo capo per discutere un’idea che hai avuto.

2.Non chiedergli mai di spiegargli le cose due volte

Per arrivare al punto di sentirti a tuo agio nel dire al tuo capo che ha torto, devi prima aver fiducia. E per affidabilità, non intendo solo che deve essere puntuale o rispettare le scadenze. Devi essere la persona su cui il tuo capo può contare per adempiere ai suoi obiettivi professionali.

Devi essere completamente impegnato nella conversazione quando parli con il tuo capo. Fai attenzione e ascolta attentamente ciò che vuole, capisci cosa vuole ottenere dai compiti che ti assegna. Assicurati di chiarire tutto ciò che ti serve per portare a termine i compiti assegnati.

Questo ti aiuterà a evitare di tornare dal tuo capo per chiedergli dettagli che avresti dovuto chiedere in precedenza.

E’ importante tenere presente che molti di noi incontrano problemi sul lavoro e, quando ciò accade, vorrai parlare con il tuo capo per comprendere come risolverli. Ma prima di rivolgerti al tuo capo, prova a trovare le risposte da altre fonti come web o chiedendo ai tuoi colleghi. Inoltre, evita di andare dal tuo capo molte volte per lo stesso compito. In caso di problemi, annotali e assicurati di seguire il resto del processo per assicurarti che non sorgano altre domande.

3. Offrire soluzioni

La chiave per convincere il tuo capo a fidarti di te è presentarti sempre con una soluzione. Non esitare ad allontanarti da cose e chiacchiericci che non hanno nulla a che fare con te, a patto che tu lo faccia in modo positivo e maturo. Se hai una soluzione creativa da offrire, devi offrirla indipendentemente alla persona che ne ha bisogno.

Ciò che la maggior parte dei dipendenti non capisce è che i datori di lavoro vogliono professionisti in grado di svolgere il lavoro a tutti i costi. In sostanza, questo significa che il tuo capo desidera che tu sia appassionato del tuo lavoro, che tu possa sempre prendere l’iniziativa e tu sia innovativo, quindi non lasciare che la tua paura di essere respinto ti impedisca di formulare suggerimenti.

Questo potrebbe essere più facile a dirsi che a farsi, soprattutto quando il capo è un manager negativo. Se ritieni che non ci sia spazio per crescere nella tua azienda, cerca opportunità di crescita altrove, ricorda cosa devi fare ogni anno per essere la migliore versione di te stesso, quindi non permettere a nessuno di fermare la tua crescita.

La chiave per affrontare tali situazioni è identificare i modi che possono aiutarti a superare la sindrome “so tutto io” del tuo capo.

4. Non creare problemi

La creazione di problemi include la creazione di drammi in ufficio, lamentele o conflitti, è importante che il tuo capo non ti veda mai come una persona che crea problemi.

Se hai intenzione di chiedere qualcosa, assicurati di farlo nel giusto contesto. Ad esempio, se vuoi condurre un progetto quando il capo ha assegnato a qualcun altro il compito di guidarti, non limitarti a lamentarti o parlare male del tuo collega. Fornisci suggerimenti su come aiutare il leader del progetto e trovare i modi per fornire assistenza a tutto il team.

La chiave è identificare i veri problemi sul lavoro e trovare i modi per risolverli. Se non puoi, chiedi al tuo capo, ma assicurati di avere qualche suggerimento per risolvere il problema.

5. Fai bene il tuo lavoro

Altrettanto importante è il fatto che non dovresti mai dimenticare il motivo per cui sei stato assunto. Non importa quali siano le tue aspirazioni professionali, sei stato assunto per fare un lavoro, e devi concentrarti per eccellere in questo lavoro. Una volta dimostrato che sei un grande impiegato, scalare le dimensioni della tua carriera sarà più facile.

Non solo devi imparare come fare il tuo lavoro al livello che il tuo capo si aspetta che tu faccia il tuo lavoro; Dovresti anche concentrarti sulla comprensione di tutto ciò che deve essere compreso sul tuo lavoro e dovresti cercare di trovare modi per migliorare la qualità del tuo lavoro.

Allo stesso tempo, è importante capire come funziona l’intera azienda e dovresti anche coltivare relazioni con il resto delle persone nel tuo dipartimento e in altri dipartimenti.

Ottenere una promozione è importante per qualsiasi professionista con un orientamento professionale, ma ciò non significa che si dovrebbe essere ossessionati per avere una promozione nel momento in cui si mettono i piedi nell’edificio.

Essere promosso significa dover dimostrare perché te lo meriti, quindi concentrati a imparare come fare il tuo lavoro ed ottenere la fiducia del tuo capo.

E’ anche importante ricordare che, nonostante i tuoi sforzi per diventare un dipendente di alto livello, il tuo capo potrebbe essere interessato a promuovere qualcun altro prima di te e, in tal caso, non dovresti mai rimanere deluso o perdere la speranza. Ricorda che la tua incapacità di essere promosso come dipendente, non riflette in alcun modo le tue capacità professionali e soprattutto personali.

E tu, hai capito come conquistare la fiducia del tuo capo? Dimmelo nei commenti.

Come conquistare la fiducia del Capo
4.9 (97.78%) 9 vote[s]
CHIUDI
CLOSE
Share This