Devo ammettere che quando ero studente all’Università, ho provato di tutto per avere “la ricetta segreta” per studiare facilmente.

Trovare un metodo di studio efficace, forse è una delle parti più difficili che uno studente deve affrontare, infatti molti preferiscono cercare un metodo di studio prima di iniziare a studiare, in modo da avere buoni risultati prima possibile. Ma la verità è che ogni persona ha un diverso modo di apprendere, per questo motivo è importante che ognuno crei il proprio metodo, in base alle proprie caratteristiche personali.

Sebbene ogni persona possa creare il proprio metodo di studio, ci sono 5 fattori che sono essenziali e devono essere presi in considerazione quando si studia, perché questi fattori determinano il successo o meno, nei risultati.

1. L’AMBIENTE

A volte non prestiamo molta attenzione a ciò che ci circonda quando decidiamo di studiare, ma è una delle cose principali che ci influenza di più. Per me è stato determinante cambiare ambiente di studio, passando dalla casa dei miei genitori alla biblioteca universitaria. Osserva l’ambiente intorno a te e valuta l’ispirazione che ricevi, sarà determinante per raggiungere il tuo massimo potenziale.

2. FREQUENZA COSTANTE

Può essere una delle decisioni più complicate, specialmente quando sei all’università ed in alcune facoltà la frequenza non è obbligatoria, ma il punto fondamentale è proprio questo, frequentare le lezioni ha i suoi vantaggi, puoi ascoltare direttamente l’argomento, fare dei gruppi di studio e chiarire dubbi direttamente con l’insegnante.

3. METODO DI STUDIO

Qui di seguito ti mostrerò quattro consigli essenziali che dovrebbero essere presenti nel tuo metodo di studio:

– Leggi il testo
– Sottolinea
– Fai degli schemi di riepilogo
– Ripeti ad alta voce

4. LA TECNICA DI POMODORO

Questa è una tecnica molto curiosa che potresti adottare quando gli argomenti sono molto lunghi, hai già sentito che le pause sono necessarie quando stai studiando, ma se hai un ordine specifico di queste pause, studiare sarà molto più efficace, questa è la tecnica del pomodoro (prende il nome da un italo americano di nome Francesco Cirillo, che utilizzò per migliorare la propria produttività e gestire le proprie pause, il famoso timer a forma di pomodoro che si usava in cucina per i tempi di cottura!), per ogni 25 minuti di studio, devi fare una pausa di 5 minuti, questo è un esempio per una sessione di studio di due ore.

5. UTILIZZO DI NUOVE TECNOLOGIE

I cambiamenti tecnologici aumentano di giorno in giorno, ed è interessante quando tecnologia ed educazione si uniscono, grazie alle APP e Internet ci sono piattaforme in cui gli studenti possono condividere e trovare tutte le informazioni necessarie per lo studio, e allo stesso tempo condividere con gli altri studenti. Sarebbe interessante includerlo nel tuo metodo di studio per un confronto arricchente con altri discenti.

E tu, quale metodo di studio utilizzi? Dimmelo nei commenti.

CHIUDI
CLOSE
Share This