Le persone che hanno costantemente bisogno di attenzioni normalmente hanno buone capacità sociali, nonostante la loro tendenza ad usarle per manipolare gli altri e quindi voler diventare in qualche modo il centro dell’attenzione, e si demoralizzano se non riescono a catturare l’interesse degli altri.

Diciamo la verità, pretendono attenzioni! Esse dipendono in modo eccessivo dalla loro volontà di essere importanti, e quindi apparentemente sembrano anche godere di una forte autostima, anche se in realtà è solo apparente, dal momento che hanno bisogno di riaffermarlo con le loro continue richieste di attenzione.

Si comportano un po’ come bambini che fanno dei dispetti o “spettacoli” cantando o ballando, con il solo scopo di attirare l’attenzione degli adulti.
Chi di noi non lo ha mai fatto?

Negli adulti questa eccessiva necessità di un’attenzione esagerata si verifica in una varietà di contesti:

La persona non si sente a suo agio in situazioni in cui non diventa il centro dell’attenzione.
L’interazione con gli altri è normalmente caratterizzata da comportamenti sessualmente seduttivi o provocatori.
Mostra un’espressione emotiva superficiale e molto mutevole.
Usa costantemente l’aspetto fisico per attirare l’attenzione degli altri su se stessa.
Ha un modo di parlare che è eccessivamente soggettivo e privo di sfumature.
Esibisce un’auto-drammatizzazione, teatralità ed espressione emotiva esagerata. Un tipico esempio è l’esagerazione nel raccontare un aneddoto.
È suggestionabile, poiché è facilmente influenzato da altri o dalle circostanze.
Considera le proprie relazioni sempre più intime di quanto non siano in realtà.

Le persone con un ego esagerato devono essere al centro dell’attenzione, cercano riconoscimento e purtroppo si preoccupano poco degli altri. Al contrario, una sana autostima ci consente di rispettare i nostri desideri e anche quelli degli altri.

Persone con un grande bisogno emotivo

Questo tipo di persone con un’alta emotività di solito confondono le loro valutazioni personali e soprattutto sociali: credono che soltanto perché hanno strappato un sorriso l’altra persona si sia già innamorata, oppure sono in conflitto con il mondo intero in quanto prima o poi ricevono dei NO e basta questo a mandarli in tilt.

Mancano di realismo, drammatizzano ed esagerano nelle loro difficoltà. Possono anche cambiare spesso partner o lavoro, perché spesso si annoiano facilmente e si “innamorano” sempre di ciò che non hanno, vivendo sempre nella frustrazione. Ecco perché sono sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo ed eccitante, che normalmente li porta in situazioni pericolose o turbolente.

Il bisogno di affetto e attenzione nasconde anche un malsano egoismo nei casi più importanti. Normalmente, queste persone sono solo preoccupate per se stesse e non sono quasi mai nteressate agli altri. Come detto possono anche essere molto socievoli e amano essere circondati dalle persone, ma solo per essere “gonfi” dallo stare al centro dell’attenzione. Se qualcuno sta attraversando un brutto periodo, non gli importa a meno che non possano agire diventando “indispensabili” per quella persona, magari anche per poter un giorno “chiedere il conto” di quanto fatto per loro.

Sono anche gelosi di coloro che cercano di eclissarli e vogliono competere con loro in questa ricerca di attenzione. Queste persone usano anche il sesso e l’attrazione fisica per attirare l’attenzione degli altri. Si considerano le persone più attraenti del mondo e non si fanno scrupoli ad essere provocatori o nell’avere comportamenti inappropriati, pensando che gli altri siano davvero pieni di desiderio per loro, mentre probabilmente hanno trovato soltanto una persona gentile ed empatica.

Il grande obiettivo di questo tipo di persone è quello di passare inosservate e di essere egocentriche ovunque vadano, peché soltanto il consenso da loro sicurezza e forza.

Spesso durante i Corsi di Autostima che svolgiamo in giro per l’Italia, cerchiamo sempre di trasmettere ai partecipanti quanto è necessario lavorare da “dentro” di noi e riconoscere quanto e con chi, abbiamo bisogno di approvazione esterno.

Perché si vuole stare al centro dell’attenzione?
5 (100%) 8 votes
CHIUDI
CLOSE
Share This