Purtroppo nel momento attuale, dove le aziende sono sempre alla ricerca di “ottimizzazione dei costi”, il fenomeno del “mobbing” sarà sempre più frequente.

Il “mobbing” si basa sullo sterminio concertato di un bersaglio umano. Il termine deriva dal verbo inglese “to mob” che significa assalire, molestare il lavoratore sul posto di lavoro.

Il “mobbing” si basa su delle molestie psicologiche condotte collettivamente, all’interno di un’azienda o di un’istituzione, nei confronti di un dipendente. È un processo concertato e violento, determinato da un gruppo di persone (generalmente lo staff del datore di lavoro) per “eliminare” un dipendente.

Ecco, alcuni consigli di base per difendersi da questo tipo di attacco, se in qualche modo ritieni esserne vittima.

COME DIFENDERSI DAL MOBBING?

In primo luogo, è necessario cercare informazioni su questo tipo di molestie sul posto di lavoro, in modo da poter determinare se si è davvero vittime. Se il problema esiste, è necessario agire immediatamente per evitare che il problema peggiori consultando anche un professionista specializzato in questo disturbo.

STRATEGIA DI FRONTE AL MOBBING

Una delle strategie più immediate è registrare e documentare i comportamenti scorretti da parte del datore di lavoro, sia che si tratti di minacce scritte, video, audio o qualsiasi altra prova che possa dimostrare l’assalto a cui si è sottoposti al fine di richiedere un parere legale per difendere i propri diritti.

PARLARE, PARLARE E PARLARE ANCORA

Una volta accertato che si tratti di Mobbing, occorre passare ad una fase “liberatoria”: rendere pubblici gli assalti a cui è stati sottoposti, perché normalmente questi comportamenti vessatori si nascondono dietro la menzogna.

Tutto ciò, alimenta senso di colpa e di vergogna nella vittima. Pertanto, è necessario salvaguardare la propria salute psicologica e comunicare del problema alla famiglia, agli amici, ai colleghi (pochi e solo quelli fidati!), al proprio responsabile (se ovviamente non è proprio lui l’origine del mobbing), in modo che le preoccupazioni non rimangano nascoste.

Ricordati sempre che la comunicazione del problema, riduce lo stesso problema!

Oppure parla con un professionista di fiducia, un mediatore, che può darti sostegno.

AFFRONTARE IL MOBBING A TESTA ALTA

D’altra parte, non devi mostrare la tua debolezza agli “aggressori”, perché purtroppo, come nei casi di bulismo, appena mostrerai le tue emozioni, loro rafforzeranno il loro attacco. È meglio restare calmi e rispondere assertivamente ad ogni assalto, evitando così esplosioni di rabbia o risentimento. Perché, generalmente, quando si affronta queste persone frontalmente, questi aggressori hanno paura e spesso restano senza parole.

PROTEGGI IL TUO LAVORO

Ricordati se puoi, di proteggere tutto il lavoro che fai, in modo che gli stalker non abbiano accesso ai tuoi documenti, ai tuoi dati o a un file da cui dipende il tuo lavoro. Perché queste persone tendono a sabotare o rubare le informazioni utili alla loro causa per manipolare i molestati.

NON SENTIRTI IN COLPA

Inoltre, evita di cadere nella senso di colpa per il comportamento dei tuoi stalker. Non hai favorito la situazione e il problema deve essere affrontato senza esclusione sociale. Pertanto, è meglio chiedere il supporto di persone fidate attorno a te, senza mai isolarti.

MANTIENI ALTA LA TUA AUTOSTIMA

Infine, ricordati che è necessario che tu mantenga alta la tua autostima, che tu non ti faccia influenzare dalle molestie esterne alla tua identità. Se serve, cerca risultati alternativi alla soddisfazione professionale, esegui attività che generano soddisfazione personale e gioia. Ricorda che l’estensione dell’aggressività dipende dal tuo stato d’animo, dal tuo umore e una buona autostima è la migliore difesa contro il “mobbing”.

Se invece hai bisogno di imparare a volerti bene, posso aiutarti a liberare la tua Autostima!

Per concludere, di fronte al mobbing, la salute mentale è il fondamento che un essere umano debba preservare. Come si dice, quando si ha la salute si ha tutto. Questo è il motivo fondamentale per cui devi volerti bene ed impegnarti ad essere felice, senza le opinioni esterne che debbano influenzare le tue emozioni.

Perché ricordati che tu hai il grande potere di scegliere di essere felice!

Difendersi dal Mobbing
5 (100%) 9 votes
CHIUDI
CLOSE
Share This