L’autodisciplina è eccezionale.

È la straordinaria capacità di intraprendere azioni mirate per migliorare se stessi, senza lasciare che la vita si metta in mezzo.

È uno strumento che ti permette di perseverare nei tuoi obiettivi senza troppa fatica e quindi ti permette di raggiungere il successo più facilmente, quasi con il pilota automatico.

Immagina cosa potresti ottenere se potessi semplicemente seguire le tue migliori intenzioni, indipendentemente dalla situazione. Immagina di dire al tuo corpo: “Sei in sovrappeso, dimagrisci 10 chili!”.

Senza autodisciplina quell’intenzione rimarrebbe solo un desiderio. L’obiettivo è un sogno con una scadenza! Ma solo con la giusta autodisciplina, è un dato di fatto.

L’aspetto più importante dell’autodisciplina

L’autodisciplina è la capacità che hai di portare a termine le cose, indipendentemente dal tuo stato emotivo.

Ed è ciò che consente a molte persone di trasformare le loro buone intenzioni in eventi della vita reale che in seguito forniscono loro grandi benefici.

Come mai?

Perché attraverso l’autodisciplina, non importa se sei motivato o meno, se vuoi o vuoi farlo… lo fai e basta.

Non è mai facile essere disciplinati e, per aiutarti nel tuo cammino, voglio condividere con te 7 potenti passi per avere molta più autodisciplina giorno dopo giorno.

1. Pratica l’autodisciplina se cose apparentemente banali

In altre parole, allena la tua autodisciplina partendo da cose semplici che potrebbero non essere trascendentali.

Ad esempio, sviluppa il muscolo della volontà ed imponiti di prendere le scale invece di utilizzare l’ascensore oppure considera di alzarti ogni giorno alla stessa ora e di andare a letto alla stessa ora (inclusi sabato, domenica e festivi).

Quando lo fai in modo efficace, alleni la tua mente a essere in grado di fare le cose in modo coerente, giorno dopo giorno e settimana dopo settimana.

Perché l’autodisciplina non è solo un modo di fare le cose, è una mentalità.

È una disposizione che abbiamo nei confronti delle attività che svolgiamo.

2. Calibra le tue aspettative in base alle tue capacità

Capirai bene questo passaggio con il seguente esempio…

Immagina che una persona dica: voglio essere disciplinato in palestra sollevando pesi.

E sceglie a caso qualsiasi tipo di peso, dimensione, peso… Poi dice: solleverò questi pesi ogni giorno per mezz’ora.

E se sono troppo leggeri o troppo pesanti per la loro capacità?

Se sono troppo leggeri, potresti annoiarti e fermarti per questo motivo o dover apportare modifiche.

Se sono troppo pesanti, potresti farti male.

Forse molte persone si sono posti l’obiettivo di sollevare pesi troppo pesanti per le loro capacità e per i loro muscoli che si stanno appena sviluppando.

E non è una sorpresa che a un certo punto falliscano.

Quindi dobbiamo pensare di avere consapevolezza a quanto sono capace, come posso iniziare e poi aumentare la difficoltà.

Proprio come fanno le persone che si allenano in palestra.

3. Semplifica l’azione

È molto difficile per te essere disciplinato ogni giorno in modo coerente, in qualcosa che ti richiede molto tempo per iniziare.

Cioè, più tempo ci vuole per iniziare a padroneggiare un’abitudine, più è difficile per noi essere disciplinati.

L’idea è che, dal momento in cui pensi: farò -qualcosa-, fino a quando non inizierai a farlo… Non dovrebbero volerci più di 20 secondi.

Perché tutto questo ha a che fare con il modo in cui gestisci la tua motivazione personale.

4. Usa correttamente la forza di volontà

La forza di volontà purtroppo è una risorsa limitata, è qualcosa che si esaurisce.

Quando inizi a usare la forza di volontà, per dare il massimo sforzo in qualcosa.

Ma non hai un piano, una strategia o una struttura per l’azione a cui praticamente non devi pensare molto…

Ovviamente arriva il momento in cui ti fermi e ti arrendi.

Quindi, devi gestire quella forza di volontà per fornire uno slancio o inerzia iniziale.

Che ti permette di iniziare quel progresso che ti permette di raggiungere i tuoi obiettivi.

L’idea è semplicemente quella di tenere conto del fatto che la forza di volontà dovrebbe essere solo all’inizio per:

Stabilire un piano d’azione
Determinare tutti gli elementi necessari per eseguirlo
Adattare l’ambiente
E infine agire, senza bisogno di pensare.

5. Differenzia il duro lavoro da quello intelligente

Molte persone pensano che l’autodisciplina richieda necessariamente un duro lavoro… fatica quotidiana e senza riposo.

Tuttavia, questo non è vero.

Sii solo un po’ intraprendente e creativo.

Puoi trovare dei modi di fare le cose più velocemente, più facilmente, delegare processi ad altre persone o sistemi, ecc.

In altre parole, raggiungere gli obiettivi in ​​meno tempo, raggiungere gli stessi (o migliori) risultati e ottimizzare sempre di più il modo di fare le cose.

In modo che sia molto più produttivo.

6. Concentrati al 100% su un’attività e escludi tutto il resto

Puoi analizzare questo problema di messa a fuoco e sfocatura in una fotografia professionale.

C’è un oggetto di interesse al centro che è nitido al 100% e a fuoco, e tutto il resto non sai nemmeno cosa sia perché è completamente sfocato.

È più o meno lo stesso, quando stai per agire su un obiettivo che devi raggiungere, ti dimentichi del resto.

Non importa se hai problemi, se hai difficoltà, se non hai soldi, o qualsiasi altra cosa possa succedere…

Ciò potrebbe distrarti, renderti meno produttivo, distrarti, interromperti. E se ciò accade, puoi terminare il tuo ciclo di autodisciplina.

Quando riesci a stare nel corpo, nella mente e nell’anima in un’attività, senza pensare a niente e a nessun altro, al di fuori di quell’attività…

È lì che puoi essere autodisciplinato senza troppi sforzi.

7. Sii molto chiaro sul perché fai quello che fai

Senza tenere conto di questo passaggio, tutto il resto potrebbe non funzionare.

Perché vuoi essere disciplinato?

Cosa significa per te essere disciplinato e raggiungere il risultato finale desiderato?

Cosa significa per te raggiungere il successo dopo aver applicato costantemente la disciplina e aver intrapreso quell’azione?

Perché molte persone dicono: voglio essere disciplinato nel mio lavoro.

Ma fanno un lavoro solo per lo stipendio, che odiano, facendo cose che non considerano importanti e solo per guadagnare un po’ di soldi che semmai bastano per pagare i conti.

Onestamente è molto difficile essere autodisciplinati in quel modo. Quando non c’è passione, non c’è motivo.

Se ricordi i tuoi obiettivi hanno un grande perché, una grande ragione, una vera motivazione interna…

Ti senti molto più ispirato ed è molto più facile per te agire.

Anche quando sorgono ostacoli e quando ci sono difficoltà lungo il percorso, che possono causarti dubbi o incertezze.

Spero che dopo la lettura di questo post, tu abbia maggiore conoscenza del grande potere dell’autodisciplina e se vuoi puoi dirmi nei commenti da quale obiettivo inizierai!