La noia sul lavoro può sembrare un’aberrazione data la disoccupazione italiana che oscilla tra il 9,5 e 10% e dall’altra parte si parla di stress da lavoro, ma è altrettanto vero che per tantissime persone questa sindrome è reale e coinvolge una gran parte di persone!

La noia sul lavoro può essere vissuta in diverse situazioni, come:

  • Ti manca il lavoro per riempire le tue giornate
  • Sei messo in disparte e non hai attività e/o responsabilità come vorresti
  • Sei troppo qualificato per il lavoro che stai facendo e sei annoiato
  • Non hai interesse per il tuo lavoro e la noia ti arriva poco a poco.

Tutte queste situazioni sono difficili da vivere perché è quasi vergognoso annoiarsi nel proprio ufficio o trascorrere le giornate su Internet in attesa del tempo che passi.

Inoltre, prima o poi rischi di ammalarti fisicamente e psicologicamente o di perdere il lavoro a causa della tua demotivazione.

Quindi cosa fare per uscire o almeno per gestire meglio questo fenomeno? Non è facile farsi comprendere da chi ti circonda in quanto potrebbe risponderti che sei già fortunato ad avere un lavoro!

Poiché il lavoro è diventato sinonimo di realizzazione, piacere, sviluppo della carriera ma anche performance, la noia sul lavoro va contro queste ambizioni professionali. Non avere abbastanza lavoro o svolgere compiti che mancano di interesse è sentito come un’assenza di stima e riconoscimento che fa dubitare la persona del valore o del significato del proprio lavoro.

Non essendo abbastanza impegnati, le persone sperimentano un forte stress psicologico perché fanno di tutto per fingere di avere abbastanza lavoro e magari inventano procedure e diventano ostacolanti anziché risolutivi!

Impatto della noia sul lavoro sulla salute

Le conseguenze della noia sono peggiori di quelle del burnout! Trascorrere le tue giornate annoiate sarebbe dannoso quanto lavorare troppo perché il tempo della sofferenza è molto più lungo!

Per avere il cambiamento, le persone che soffrono di noia sul posto di lavoro mettono in atto strategie per fingere di lavorare: coprire la propria scrivania di documenti, avere sempre un file di lavoro aperto, simulare un sovraccarico di lavoro…

Ma alla fine, diventa un disordine psicologico difficile che genera stati come:

  • Paura di perdere le abilità
  • Le difficoltà relazionali con i colleghi
  • Perdita di autostima
  • Paura di perdere il lavoro
  • Stress
  • Depressione

Il rischio di malattie cardiovascolari sarebbe moltiplicato per tre per coloro che sono esposti alla noia e alla frustrazione.

Le persone arrivano alla depressione se non cambiano questa situazione.

Quali soluzioni per uscire dai guai sul lavoro?

La lotta contro la noia sul lavoro dovrebbe senza dubbio iniziare dall’azienda che deve svolgere regolarmente colloqui di valutazione per incoraggiare la motivazione a lavorare attraverso la formazione, nuovi compiti, riorganizzazioni di posizione o mobilità interna. Ma ovviamente, questo non è il caso di tutte le aziende.

Tuttavia, le persone interessate possono anche agire di propria iniziativa senza attendere il deterioramento della situazione. Possono dialogare con il suo superiore per cercare di porre rimedio al problema solo però se il proprio capo può essere in grado di cambiare le cose, altrimenti purtroppo diventerebbe un’arma a doppio taglio.

Se non riesci ad ottenere compiti più stimolanti all’interno della tua azienda, dovrai considerare di candidarti per un lavoro altrove!

Se cambiare lavoro è la soluzione migliore, questa attività diventerà un nuovo progetto professionale che ti terrà occupato e ti motiverà ad alzarti la mattina.

In caso in cui deciderai di accettare la situazione di noia costante in ufficio, dovrai trovare soluzioni per occupare i tuoi giorni e la tua mente. Ecco alcuni suggerimenti:

Aiuta i tuoi colleghi

Piuttosto che semplicemente “non fare nulla”, cerca e sostieni i colleghi intorno a te. I tuoi colleghi ti ringrazieranno ed automaticamente svilupperai nuove competenze.

Formati in modalità self made man

Non perdere tempo in cose non proficue come il calcio, il gossip, i giochi, etc. etc. ma inizia a sviluppare nuove competenze professionali seguendo anche semplicemente dei video di YouTube.

Cura i tuoi profili sui social network

I social network Facebook, LinkedIn o Twitter sono piattaforme ideali per monitorare e sviluppare la tua rete professionale. Trascorrere del tempo su queste reti sta arricchendo le persone in termini di informazioni ma anche di potenziali contatti per la tua carriera.

Se vai alla fase di cambiamento di lavoro, dovresti sapere che la maggior parte dei recruiter consulta il profilo dei candidati sui social network. Si raccomanda quindi vivamente di avere un profilo attraente che dimostri la tua esperienza.

Se hai bisogno di coaching sullo sviluppo della tua carriera non esitarmi a contattarmi qui!

Prepara la tua prossima vacanza

Questa attività è senza dubbio più divertente delle precedenti, “quale nuova destinazione scegliere per la tua prossima vacanza?” Per sceglierlo, puoi documentarti e costruire il tuo viaggio… Che bella occupazione!

Indipendentemente da come provi la tua noia sul lavoro, cerca di uscirne perché prima o poi influenzerà la tua salute o la tua vita professionale.

Tu come vivi la tua noia al lavoro? Che consiglio puoi dare a questo articolo? Condividi nei commenti!

CHIUDI
CHIUDI
Share This